11 Novembre 2020

La clinica Dentix è fallita, pazienti beffati

tra le centinaia di clienti molti avevano già pagato e alcuni sono rimasti con gli interventi ai denti non completati
Maria Fiore / PAVIALa clinica Dentix di corso Cavour non riaprirà più, nonostante le promesse. Il tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento del gruppo spagnolo che gestisce questa e le altre 56 cliniche dentistiche sparse sul territorio italiano. I vertici della società, che avevano fatto richiesta di concordato preventivo e presentato un piano di risanamento dei debiti, a giugno, dopo mesi di silenzio, si erano fatti vivi con la promessa di riaprire una volta superata la fase critica. Ma la saracinesca della clinica di corso Cavour resterà abbassata: una beffa per centinaia di clienti, che tra lavori non finiti e rate dei finanziamenti ancora da pagare stanno subendo il danno conseguente alla chiusura della clinica. In tribunale a Pavia è pioggia di cause per ottenere la risoluzione del contratto con Dentix, e non mancano richieste di risarcimento dei danni. le cause in tribunale Tanti clienti si sono rivolti ad avvocati, per far valere le loro ragioni, o alle associazioni dei consumatori. E nel mese di novembre sono state le prime udienze davanti ai giudici civili. «Noi seguiamo decine di persone che si sono ritrovati con lavori a metà – spiega l’ avvocato Carlo Gasparro, responsabile dello sportello Codacons di Pavia -. Il fallimento che è subentrato da poco cambia poco la nostra strategia. Entrare nella procedura fallimentare come creditori può essere infatti molto complicato, meglio seguire altre strade. Il consiglio che stiamo dando e di risolvere il contratto con Dentix e di conseguenza chiedere l’ annullamento dei contratti con la finanziaria, in modo da riottenere ciò che si è già pagato e sospendere i pagamenti futuri». Secondo l’ associazione Codacons, infatti, la risoluzione del contratto si può chiedere in caso di «grave inadempienza», che qui, aggiunge Gasparro, «è evidente visto che i clienti si sono ritrovati dall’ oggi al domani senza più la possibilità di portare a termine i lavori per i quali avevano sottoscritto contratto e finanziamento. La legge consente in questi casi di cancellare il contratto. Si parte dalla messa in mora e poi si fa un’ azione civile contro Dentix e contro la finanziaria». C’ è anche chi prova a fare cause per chiedere i danni: nel rivolgersi ad altri professionisti hanno avuto la sorpresa di lavori eseguiti non proprio in maniera perfetta e preventivi quindi molto più alti dello stesso finanziamento aperto con Dentix. creditori nel fallimentoPer quanto riguarda il fallimento il 18 gennaio è fissata in tribunale a Milano l’ adunanza dei creditori. Entro questa data anche i clienti possono, volendo, presentare la domanda di rimborso del proprio credito, ma non è detto che ci siano risorse a sufficienza per vedere soddisfatte le proprie richieste. I più penalizzati rischiano di essere i clienti che hanno pagato i lavori in contanti. «In ogni caso la procedura fallimentare rischia di essere molto lunga – aggiunge Gasparro -. Per questo noi consigliamo di procedere cercando di chiudere il contratto». —
maria fiorem. fio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox