fbpx
15 Dicembre 2012

La città regge l’ urto della neve Poche auto, scampata la paralisi

La città regge l’ urto della neve Poche auto, scampata la paralisi

? MILANO ? QUATTORDICI centimetri di neve caduti nella notte. E la prospettiva di altri sette in quella successiva. Anche se da oggi il meteo dovrebbe migliorare, da tempo i milanesi non si svegliavano davanti a una città così bianca. Fin dalle 23.30 di giovedì è scattato il piano neve coordinato da Palazzo Marino, Protezione civile comunale, Amsa e Polizia locale. Un massiccio intervento, con la regia della Centrale Operativa Comunale, che ha monitorato tutte le attività delle squadre al lavoro attraverso le telecamere della città, il sistema Gps di Amsa e il coordinamento degli operatori. Le operazioni di salatura sono iniziate alle 23.30 dalla periferia verso il centro e dalle 4.30 è iniziata l’ attivita’ di lamatura a partire dalle corsie preferenziali dei mezzi pubblici. Sulle vie laterali, al lavoro 190 mezzi Amsa. La Polizia locale ha monitorato i 30 sottopassi e sovrappassi. dalle 4 e per tutta la mattina si sono attivati personale per le operazioni manuali, 600 uomini Amsa e quattro squadre della Protezione civile comunale. IL CODACONS , solitamente critico, ha fatto i complimenti al Comune per la risposta all’ emergenza, prima della quale il sindaco Pisapia aveva invitato i milanesi a privilegiare l’ uso dei mezzi pubblici. Appello accolto: gli ingressi in area C tra le 7.30 e le 14.30 sono stati 53.486, il 23,6% in meno del giorno prima (70.485). In netto calo anche gli incidenti fino alle ore 17. sono stati 25, quasi un terzo dei 65 del giorno prima. In mattinata, la neve aveva determinato un aumento di chiamate al 118 per le cadute dei pedoni. Gli operatori hanno rilevato un picco di chiamate fino alle 11, con anche 90 schede intervento aperte in contemporanea. In tutto sono state circa una trentina le cadute in punti diversi di città e provincia. Dalla mattina, per affrontare l’ emergenza, sono stati attivati 6 mezzi di base in più (Anpas, Croce Bianca, Croce Rossa), e il personale della Centrale Operativa di Milano è stato potenziato. Ma i disagi, nel complesso, non ci sono stati, proprio grazie anche a un ridotto ricorso alle auto. I maggiori disagi, invece, secondo i vigili si sono verificati al di fuori del confine comunale, rallentando il flusso d’ ingresso alla città. Soddisfazione nel pomeriggio anche all’ Atm: «Tutti i mezzi sono in circolazione. In superficie continuano a risentire del traffico rallentato dalla neve ma non si registrano ripercussioni rispetto allo sciopero della sigla Fast-Confsal. Per tutta la nottemetteremo in circolazione vetture attrezzate per la pulizia dei binari, per evitare l’ accumulo della neve sulle linee tramviarie e nelle tratte all’ aperto della linea M2». «Ringraziamo i cittadini – dice Marco Granelli assessore alla Sicurezza – che hanno utilizzato i mezzi pubblici, un buon servizio nonostante la neve. Preziosi i contributi di cittadini, custodi di condominio e negozianti che hanno salato e spalato i marciapiedi». Enrico Fovanna.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox