fbpx
8 Novembre 2017

La caduta dei massi Il parere del geologo poi gli interventi

La relazione del geologo arriverà al massimo nel giro di qualche giorno e permetterà all’ amministrazione comunale di programmare l’ intervento di messa in sicurezza, che il fronte instabile da cui domenica è caduto il masso da un metro cubo richiede. «Durante la risalita del versante – ha rimarcato ieri l’ assessore Sonia Mazzoleni, responsabile del locale gruppo di Protezione civile – abbiamo trovato numerosi massi, anche di dimensioni rilevanti, che si sono staccati dalla parete e che si sono fermati in tratti pianeggianti o contro alcune piante. È il chiaro indice dell’ instabilità che caratterizza questo fronte e che richiede una messa in sicurezza puntuale, in base a quello che verrà indicato dal geologo». Si tratta del resto di una zona che ha sempre manifestato un certo movimento, come ricorda la stessa amministratrice. «Qualche anno fa un’ altra frana aveva fatto cadere massi che avevano anche danneggiato auto. Quel tratto era stato poi messo in sicurezza con la posa di reti paramassi. Probabilmente dovremo fare la stessa cosa su quest’ altra porzione di parete. Col geologo abbiamo infatti individuato alcuni punti che presentano criticità ma che comunque non presentano un pericolo imminente. Cosa, questa, che ci permetterà di tenere la strada aperta». Anche su questa vicenda il Codacons ha deciso di intervenire, chiedendo all’ amministrazione comunale di verificare la stabilità delle pareti rocciose del territorio e di procedere, dove necessario, alla posa di barriere in grado di salvaguardare i cittadini. C. Doz.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox