4 Maggio 2010

La benzina inarrestabile: superata quota 1,44

Roma Non si arresta l’ ondata di rialzi sulla rete carburanti. Dal monitoraggio di quotidianoenergia.it e dalla rilevazione della Staffetta Quotidiana emerge come dopo le decisioni di venerd scorso di Agip nel fine settimana tutte le compagnie hanno adeguato al rialzo i listini con la benzina che supera quota 1,44 euro/litro con Q8 dopo un aumento di 0,5 centesimi. La compagnia intervenuta allo stesso modo sul diesel, salito cos a 1,287 euro/litro. A ritoccare i listini anche Api/IP, Erg, Esso e Shell su entrambi i prodotti, mentre Tamoil e Total hanno rialzato solo il prezzo della verde. Api-IP ha aumentato di 0,5 centesimi verde e diesel portando i prezzi di riferimento, rispettivamente, a 1,438 e 1,281 euro/litro. Erg ha rialzato di 0,5 centesimi la benzina, fino a 1,433 euro/litro, e di 1 centesimo il diesel, a 1,279 euro/litro. Esso intervenuta con +0,5 centesimi su entrambi i prodotti, andando a 1,434 euro/litro sulla benzina e a 1,276 euro/litro sul diesel. Shell ha ritoccato all’ ins di 0,5 centesimi il solo diesel, a 1,284 euro/litro. Infine Tamoil e Total hanno ritoccato la benzina di 0,5 centesimi portandola, rispettivamente, a 1,436 e 1,439 euro/litro. Con la benzina a questi livelli, i maggiori esborsi previsti per gli automobilisti nel 2010 hanno superato la stima di 254 euro annui fatta dall’ Osservatorio nazionale Federconsumatori. Alla luce dei nuovi rincari, infatti, le stime vanno corrette ulteriormente al rialzo: +24 euro per costi diretti e +10 euro per costi indiretti, per un totale di ben 288 euro annui. quanto evidenziano Adusbef e Federconsumatori. Secondo il Codacons, la lunga serie di rincari nei prezzi dei carburanti determiner a fine anno una stangata stimabile in almeno 500 euro a famiglia, che potrebbe aggravarsi qualora i listini dovessero superare quota 1,5 euro al litro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox