4 Settembre 2014

La Bce taglia i tassi: 0,05% Borse positive

La Bce taglia i tassi: 0,05% Borse positive

da L’Arena.it

La Bce ha deciso, a sorpresa, di tagliare il tasso di riferimento dell’ Eurozona, portandolo da 0,15%, in vigore da inizio giugno, a 0,05%. Lo ha annunciato la Bce al termine della riunione del Consiglio direttivo. Scende tutta la gamma dei tassi: il tasso sui prestiti marginali passa da 0,40% a 0,30% e il tasso sui depositi overnight presso la Bce, già negativo a -0,10% passa a -0,20%. Una ristrettissima minoranza di analisti prevedeva un altro taglio dei tassi dopo quello di giugno che aveva ridotto il riferimento da 0,25% a 0,15%. Immediata la reazione delle Borse europee: Piazza Affari è salita dell’ 1,4% (fino a 2,6% nel pomeriggio), Parigi dell’ 1,1%, Francoforte dello 0,4%, Madrid dello 0,97% così come Lisbona. E l’ euro scende ai minimi, scivolando sul dollaro a 1,3038. La decisione della Bce produrrà a regime effetti positivi per le famiglie che hanno acceso un mutuo a tasso variabile, seppur di piccola entità. In base alle prime elaborazioni del Codacons, il risparmio dovrebbe andare dai 65 euro all’ anno per chi ha un mutuo da 100.000 euro a 30 anni, ai circa 97 euro per un mutuo da 150.000 euro a 25 anni. L’ entità dei risparmi, ovviamente, è variabile a seconda dell’ importo del mutuo, del tempo residuo e della durata del finanziamento. Considerato che solo il 2% della famiglie italiane ha attivato mutui direttamente legati al tasso Bce, per tutti gli altri occorrerà aspettare che il taglio deciso da Mario Draghi venga adottato sui tassi praticati dalle banche.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this