22 Novembre 2020

La Badia e la Francigena sul calendario Codacons

Tiziana Luxardo firma il calendario Codacons a diffusione nazionale per il 2021, dal titolo «Italienza», nel quale è presente an- Camaiore. Nella parola Italienza, fusione di italianità e resilienza, è racchiuso il significato del progetto dedicato alla voglia di riscatto del Paese alle prese con la pandemia. Protagoniste delle 12 tavole in bianco e nero, tratto distintivo dello stile dei lavori della fotografa romana, altrettante ragazze che posano simbolicamente in una cartolina con tanto di francobollo, rimandando a un tempo che non c’è più e che un po’ rimpiangiamo, quando i saluti venivano scritti e non inviati col cellulare. Nel mese di marzo il francobollo della cartolina che raffigura una affascinante modella riporta l’immagine della Badia di Camaiore, la Badia longobarda di S.Pietro e la dicitura è «Baci da Camaiore» con la firma della modella che si chiama Olga. Il calendario a livello geografico segue un tracciato che è quello della via Francigena. Oltre a Camaiore sono citati in Toscana Pontremoli, Ponte a Cappiano, S.Quirico d’Orcia Abbadia S.Salvatore e via via per arrivare fino a Roma. «I comuni sono la nostra prima linea per affrontare l’emergenza Coronavirus, più vicini alle persone – spiega Luxardo – . L’idea di un progetto visual che ne celebrasse l’impegno e gli sforzi, nasce dal presidente del Codacons, Carlo Rienzi e io l’ho abbracciato in toto. Il risultato è un inno alla rinascita e alla bellezza dei luoghi, ora mortificata dall’assenza dei turisti». E’ la prima volta che Luxardo introduce l’elemento colore nei suoi scatti «a rimarcare – come dichiara la fotografa – l’orgoglio l’identità e l’appartenenza un richiamo a restare uniti e superare questo momento di grande difficoltà del Paese». Le immagini, che attraverso la valorizzazione del corpo femminile e l’elemento della ‘mascherina’ tricolore raccontano di un mondo profondamente cambiato, sono una dedica ai borghi d’Italia un invito alla riscoperta del patrimonio artistico e culturale «perché – come dice l’autrice – quando tutto questo sarà finito, solo la bellezza ci potrà salvare». Il calendario, distribuito gratuitamente dal Codacons, sarà disponibile per il pubblico anche sul sito internet dell’associazione dei consumatori.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox