16 Ottobre 2001

La Asl non paga la cura La malata va dal giudice

Ieri la prima udienza in sede civile
La Asl non paga la cura La malata va dal giudice

È stata aggiornata al prossimo lunedì la causa avviata da Maria M., la donna affetta da tumore al pancreas che non riesce ad ottenere dalla Asl RmA il pagamento del farmaco utile a curare la sua malattia.

La donna infatti per curarsi si deve sottoporre a diversi cicli di chemioterapia abbinata alla ipertermia, cioé onde riscaldanti elettriche emesse da particolari apparecchi durante la terapia chemioterapica.

Le cure la paziente le sta portando avanti presso la struttura privata di Roma “Villa Stuart“, dove deve pagare fino a cinque milioni di lire per ogni ciclo mensile, spesa che non è più in grado di sopportare.
Il problema che con la causa civile che ha avviato davanti al giudice Scaramuzzi della seconda sezione del Tribunale civile ha deciso di sollevare è riferito al fatto che la Asl RmA, in base a quanto sostenuto dal Codacons che assiste la donna, non paga i medicinali e quindi Maria o trova i soldi altrimenti non potrà più curarsi.

La richiesta della donna rappresentata dall`avvocato Carlo Rienzi è appunto quella di ottenere dalla Asl il farmaco da consegnare poi nelle mani della clinica privata in modo tale di poter fare la terapia prescritta dai medici di “Villa Stuart“.

Il prossimo lunedì infatti il ministero della Salute dovrà depositare sulla scrivania del magistrato la documentazione relativa al farmaco e spiegare perché ha ordinato la cura se poi il medicinale non viene pagato dal Ssn. E l`ultima decisione di ieri pomeriggio del Tribunale civile è stata quella di acquisire la documentazione scientifica relativa all`ipertermia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox