29 Marzo 2016

«L’ impianto di cremazione va ridotto»

«L’ impianto di cremazione va ridotto»
appello del codacons che chiede un consiglio comunale aperto per discutere del progetto

È battaglia sulla realizzazione del Tempio della Cremazione al cimitero nuovo. Non tanto per l’ impianto in sé che ha una sua ragione d’ essere. La cremazione è una valida alternativa alla tumulazione, ma a Civitavecchia non si potrà mai arrivare a cifre quotidiane che giustifichino la realizzazione di un mega impianto, come pare essere quello in progetto. Ecco perché è stato chiesto, subito, un consiglio comunale aperto per informare la città sui pericoli ambientali che causano i forni crematori. A chiederlo è la rappresentante locale del Codacons, Sabrina De Paolis, che si fa portavoce dell’ istanza avanzata dal comitato cittadino, composto soprattutto dagli abitanti della zona “Punton De Rocchi” che stanno contrastando il progetto, impauriti per le conseguenze che l’ ennesimo opificio causerà sulla loro salute, e contro il quale hanno già protocollato al Comune diverse lettere e indetto una raccolta firme. «Non siamo contro l’ impianto tout court – ha spiegato la De Paolis – ma siamo fortemente contrari a quel tipo di struttura, calibrata non certo sulle necessità del territorio».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox