26 Maggio 2019

L’ EUROPA ALLE URNE

 

Trasporti e raccolta di immondizia rischiano di essere ridotti in molte città italiane oggi e domani dal momento che molti dipendenti sono rappresentanti di lista o scrutatori; al tempo stesso numerose defezioni sono state segnalate ieri tra le fila di chi avrebbe dovuto presentarsi all’ insediamento dei seggi, per ricoprire il ruolo di presidente o lo scrutatore di seggio. E in alcuni casi, la la ricerca di sostituti è scattata sui social. A Torino quasi mille dipendenti Gtt sono impegnati ai seggi, con conseguente riduzione del servizio del 15%, tanto che per la prima volta l’ azienda del trasporto pubblico locale ha voluto spiegarlo con una nota in cui si evidenziano il diritto alla partecipazione ma anche alla mobilità. Un esposto è stato invece presentato dal Codacons a Roma dove si accusa il fatto che nella capitale «il servizio di trasporto pubblico e quello di raccolta rifiuti e pulizia stradale rischiano di subire pesanti rallentamenti se non addirittura la paralisi a causa dell’ elevato numero di dipendenti impegnati ai seggi come scrutatori». A Roma e Torino molti scrutatori non si sono presentati probabilmente a causa del compenso ritenuto non sufficiente, al punto che la ricerca dei sostituti, in alcuni casi, è scattata addirittura via Facebook.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox