28 Ottobre 2011

L’ Ausl: manifesto pericoloso propugna idee antiscientifiche  

L’ Ausl: manifesto pericoloso propugna idee antiscientifiche
 

«È del tutto incomprensibile l’ ultima polemica innescata da alcuni manifesti sulla gestione delle emergenze firmati da Codacons e Associazione vittime della strada: il sistema dell’ Emergenza urgenza a Modena e in tutta la provincia è in grado di assicurare l’ assistenza in modo appropriato, tempestivo ed efficace». Lo afferma l’ Ausl in risposta alla campagna delle due associazioni che hanno diffuso manifesti giganti in cui si legge "Può andare avanti così? Perchè solo bimbi e gravide vanno al Policlinico e gli adulti traumatizzati vanno a Baggiovara?". «La strategia di inculcare insicurezza nei cittadini, colpire alle spalle non solo le istituzioni sanitarie, ma anche la comunità dei professionisti che operano quotidianamente in un settore così delicato, appare decisamente pericolosa – afferma l’ Ausl – Continuare a mettere in discussione la centralizzazione dei traumi gravi in un solo Centro non solo è antiscientifico e antistorico, ma va contro la logica degli eccellenti risultati ottenuti che sono da tutti leggibili nei registri regionali disponibili sui siti dedicati. E’ quanto meno paradossale mettere in discussione un’ organizzazione che funziona e che il Piano attuativo locale ha ribadito con l’ unanimità di tutti i 47 sindaci della provincia di Modena, indipendentemente dal loro orientamento politico. Gestire le patologie dei bambini e delle donne in gravidanza al Policlinico è ovviamente al momento inevitabile e comunque la casistica fortunatamente è molto esigua. A questo proposito va sottolineato che si è insediato il nuovo Comitato di Dipartimento Interaziendale che vede anche la presenza del Pronto soccorso del Policlinico nella persona, tra gli altri, del dottor Giovanardi, responsabile del sindacato Snami che ha apposto la sua firma ai manifesti. Il nuovo Dipartimento è la sede per affrontare in modo civile e responsabile la discussione dei percorsi e dei protocolli organizzativi».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox