31 Ottobre 2019

L’ anatema del Papa: basta dare soldi ai maghi

francesco mette di nuovo sotto accusa cartomanti e veggenti. un settore che non conosce crisi: il giro d’ affari in italia vale 8 miliardi
di Nina Fabrizio CITTÀ DEL VATICANO Papa Francesco mette di nuovo sotto accusa cartomanti e indovini. Lo ha fatto già in passato dal pulpito di Santa Marta, sua residenza in Vaticano, dove celebra la mattina alle 7 una messa riservata e, in genere, dalle omelie taglienti. Questa volta ha scelto l’ udienza generale del mercoledì, il momento clou del dialogo con i fedeli, e alla vigilia della paganissima, per la Chiesa, festa di Halloween, per lanciare ancora una volta strali all’ indirizzo di indovini e truffatori. «C’ è gente – ha denunciato – che anche oggi paga per rivolgersi agli indovini». Bergoglio partiva dalla citazione di un passo degli atti degli Apostoli. E’ il racconto dell’ apostolo Paolo quando subì un arresto, insieme a Sila, dopo aver esorcizzato una schiava sfruttata dai suoi padroni, «una schiava che aveva uno spirito di divinazione» e «procurava molto guadagno ai suoi protettori con il mestiere di indovina». Francesco è quasi spazientito mentre legge il testo: «I suoi padroni guadagnavano tanto e questa povera schiava faceva questo che fanno le indovine: ti indovinava il futuro, ti leggeva le mani», proprio, dice in una inusuale citazione di Iva Zanicchi, «come dice la canzone, ‘Prendi questa mano, zingara’, e per questo la gente pagava. Anche oggi, cari fratelli e sorelle, c’ è gente che paga per questo». Francesco ha un vero pallino contro veggenti, cartomanti e falsi indovini. Qualcosa verso cui si scandalizzava già nella sua Buenos Aires. «Io ricordo nella mia diocesi, in un parco molto grande, c’ erano più di 60 tavolini dove seduti c’ erano gli indovini e le indovine, che ti leggevano la mano e la gente credeva queste cose! E pagava». Una denuncia che dovrebbe far riflettere anche in Italia. Secondo il Codacons maghi e fattucchieri riescono ad attirare 13 milioni di cittadini smuovendo un giro d’ affari che si stima sugli 8 miliardi di euro. Sbalorditivo il dato per cui ogni giorno 30mila connazionali si attaccano al telefono per contattare ‘santoni’ e tele-indovini e farsi vaticinare su affari, salute e amore. In questo quadro, arriva un’ altra denuncia, quella della Comunità Papa Giovanni XXIII che ha istituito un servizio ‘Anti-sette’ in collaborazione con la polizia e da anni si batte contro l’ affermazione nel nostro Paese di Halloween, festa rea di esaltare l’ occultismo e il satanismo. Ebbene, sono aumentate del 60 per cento in questi giorni le segnalazioni al numero verde: genitori e insegnanti allarmati per l’ aumento di pratiche esoteriche a sfondo macabro. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox