16 Settembre 2016

L’ Anac contesta le assunzioni Rai

L’ Anac contesta le assunzioni Rai

L’ agenzia guidata da Cantone: carenze e irregolarità nella scelta dei manager esterni L’ Autorità nazionale anticorruzione presieduta daRaffaele Cantone contesta alla Rai la procedura di assunzione di alcuni dirigenti esterni. L’ Anac accoglie così in parte l’ esposto dell’ Usigrai relativamente a una ventina di nomine. L’ Anac ha disposto la trasmissione della delibera al presidente della Rai, al responsabile della Prevenzione della Corruzione della stessa azienda del servizio pubblico e al ministero dell’ Economia e delle Finanze, in quanto ministero vigilante, per le attività di competenza. Inoltre, hadeciso di trasmettere gli esposti ricevuti dal Codacons allaCorte dei Conti Procura regionale del Lazio. L’ Anac evidenzia nella sua delibera il mancatoutilizzo dello strumento del job posting nello svolgimento delle procedure di assunzione oggetto di contestazione da parte dell’ Usigrai, fatta eccezione per la procedura di selezione relativa alla posizione di «Chief of Brand and Creative». Inoltre sottolinea «la sussistenza, con riferimento alla posizione di CSO – Direttore Security & Safety, di un’ ipotesi di conflitto di interessi tra la personaselezionata e quella che ha curato la selezione». E ancora: «la sussistenza, con riferimento alle posizioni di Direttore Staff della Direzione Generale e Responsabile delle relazioni con i media presso la Direzione Comunicazione e Relazioni esterne, di alcune irregolarità, che si rimettono alla valutazione del mi nistero dell’ Economia» in quanto vigilante. Limiti e carenze vengono rilevate anche nell’ ultimo caso: l’ assunzione a tempo indeterminato di Gianluca Semprini, arrivato da Sky a RaiNews24 con in tascaun contratto a tempo indeterminato e con la qualifica di caporedattore.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox