7 Maggio 2020

L’ aggressione del pitbull «Patentino per i padroni»

«Serve prevedere un patentino per i proprietari di cani di razze che possono essere particolarmente pericolose». A rilanciare la proposta, targata Codacons, è il presidente dell’ associazione, Marco Donzelli, dopo l’ allarmante episodio avvenuto l’ altro ieri in paese, che ha visto un ciclista, appena risalito in sella alla propria bici dopo il lockdown, azzannato da un pitbull appena scappato da una vicina abitazione. Da una prima ricostruzione dei fatti il ciclista 51enne, mentre stava attraversando la piazza Zampiero è stato azzannato alla gamba da un pitbull senza guinzaglio, che lo ha morso tre volte. L’ uomo è stato soccorso e trasportato dai volontari della Croce Verde di Fino al Sant’ Anna per medicazioni e accertamenti; le sue condizioni non sarebbero preoccupanti. «È un episodio gravissimo. Si tratta di razze canine a rischio, molto pericolose – commenta il presidente del Codacons Marco Donzelli – rispetto a tali situazioni sono del tutto indifferenti le modalità con cui avvengono le aggressioni perché esistono razze come pitbull, rotweiller e pastori tedeschi potenzialmente in grado di provocare ferite letali nell’ uomo. Da anni ci battiamo per ottenere un patentino da chi possiede cani pericolosi». Su quanto capitato era intervenuto anche il sindaco Paolo Clerici che, oltre a riservarsi di svolgere delle verifiche riguardo a quanto capitato, aveva rinnovato l’ invito a tutti i proprietari di cani a comportarsi in modo sempre attento e responsabile. G. Sai.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox