27 Febbraio 2014

Jonella Ligresti, mille richieste di costituzione di parte civile

Jonella Ligresti, mille richieste di costituzione di parte civile

SONO oltre un migliaio le richieste di costituzione di parte civile anche nel processo a Jonella Ligresti, terzo filone iniziato ieri dell’ inchiesta per falso in bilancio e aggiotaggio informativo di Fonsai dei pm Marco Gianoglio e Vittorio Nessi. Tra le associazioni di consumatori che hanno presentato la richiesta c’ è il Movimento Consumatori, Federconsumatori, Codacons, Confconsumatori, Adoc, Adusbef. E c’ è tempo fino al 10 aprile per avanzare nuove istanze. Proprio per quel giorno è stata fissata la prossima udienza, in concomitanza con quella che vede imputati il padre di Jonella, Salvatore, e i tre ex manager, Fausto Marchionni, Emanuele Erbetta e Antonio Talarico. È probabile che i due procedimenti possano confluire in un uno solo. «Non credo patteggeremo, la mia cliente allo stato non sembra voler reiterare la richiesta», ha detto ieri mattina Lucio Lucia, l’ avvocato difensore di Jonella Ligresti, in una pausa dell’ udienza. La figlia primogenita di Salvatore Ligresti il 28 gennaio scorso ha visto respinta dal gip del Tribunale, Sandra Recchione, la sua proposta di patteggiamento a tre anni e quattro mesi e una multa di 30 mila euro. La proposta aveva trovato anche l’ accordo della procura ma gli avvocati rappresentanti degli azionisti si erano opposti, sostenendo che la quo- di 30 mila euro, a fronte di un danno stimato in 250 milioni di euro, non era congrua. Soddisfatte perciò della decisione di proseguire con il dibattimento anche le parti civili che diversamente avrebbero visto ridursi notevolmente la possibilità di ottenere un risarcimento. «La nostra associazione ha ottenuto di vedere respinta la richiesta di patteggiamento che consentirà di portare a termine il giudizio anche nei confronti di Jonella Ligresti – ha detto Paolo Fiorio, coordinatore dell’ Osservatorio Credito & Risparmio del Movimento Consumatori – Anche il sequestro di 2,5 milioni di euro a Giochino Paolo Ligresti avvenuto ieri, è il frutto dell’ attività svolta dalla Procura della Repubblica anche sulle sollecitazioni delle associazioni di consumatori». (o.giu.) © RIPRODUZIONE RISERVATA L’ avvocato Lucia: “La mia cliente non intende reiterare la richiesta di patteggiamento”

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox