4 Dicembre 2009

Jackpot da capogiro ma pochi lo sanno

Jackpot da capogiro ma pochi lo sanno
 

Ha compiuto ieri 12 anni, durante i quali ha rastrellato circa 28 miliardi di euro dagli italiani, ridistribuendone una parte ai più fortunati e circa 14 miliardi all’Erario, che vince sempre e vede in lui il concorso più produttivo in termini percentuali. Tanto è passato da quel 17 gennaio del 1998, quando un giocatore di un paesino vicino Brescia si mise in tasca un "6" da 11.807.025.200 di vecchie lire, prima vincita della storia del Superenalotto. Oggi, il jackpot del gioco più amato dagli italiani ha di nuovo raggiunto quote record (quasi 100 milioni) ma è scomparso dalla TV e un po’ anche dai giornali. «Semplici scelte di marketing e comunicazione» ci spiegano dalla Sisal, che gestisce il gioco. «Un jackpot così alto non è più una grandissima novità e la gente già conosce il Superenalotto. Inoltre si preferisce concentrarsi maggiormente sul nuovo concorso, Win For Life». Di parere diverso invece l’avv.  Carlo Rienzi, che per il Codacons ha effettuato la richiesta di un tetto massimo alle vincite per non incoraggiare la dipendenza dal gioco, attualmente all’esame del Consiglio di Stato che si dovrebbe pronunciare a giorni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox