22 Settembre 2011

Iva, esposto contro gli aumenti ingiustificati

Iva, esposto contro gli aumenti ingiustificati
 

BARI – Incentivare i controlli dopo l’ aumento dell’ Iva dal 20% al 21%. È quanto chiede il Codacons nell’ esposto depositato ieri ai comandi provinciali della Guardia di Finanza di Bari, Brindisi, Lecce, Foggia, Taranto dopo le segnalazioni dei cittadini e all’ articolo del Corriere sugli aumenti ingiustificati dei prezzi al dettaglio. «In base alle denunce dei consumatori – ha spiegato l’ associazione in una nota – alcuni esercenti, approfittando della situazione di confusione che si è determinata, applicherebbero aumenti anche su beni esclusi dall’ incremento dell’ Iva». L’ associazione ha sollecitato un’ attività di prevenzione, ricerca e denuncia delle evasioni e delle violazioni. Fondamentale per il Codacons «effettuare tutte le dovute verifiche e controlli predisponendo ispezioni a tappeto negli esercizi commerciali, con lo scopo di accertare eventuali irregolarità nell’ applicazione della nuova aliquota e verificare i listini confrontandoli con quelli praticati nei giorni antecedenti l’ entrata in vigore della nuova tassa». Inoltre il presidente del Codacons, Carlo Rienzi ha attivato un blog (www.carlorienzi.it) nel quale i cittadini pugliesi possono segnalare i rincari sospetti e trovare l’ elenco completo dei prodotti con Iva al 21%. RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox