27 Luglio 2016

Iurlaro (Ala), interrogazione per diritto all’ ambiente

Iurlaro (Ala), interrogazione per diritto all’ ambiente

 
ROMA – Lo Stato riconosca il diritto all’ ambiente e affronti seriamente il problema delle raffinerie. La richiesta, sotto forma di un’ interrogazione parlamentare al ministro dell’ Ambiente Gian Luca Galletti, arriva dal senatore del gruppo Alleanza Liberalpopolare-Autonomie, Pietro Iurlaro, componente della commissione d’ inchiesta sugli Ecoreati. «Ho presentato un’ interrogazione con il presidente del gruppo Ala Lucio Barani – ha spiegato Iurlaro nel corso di una conferenza stampa – per chiedere al governo in che modo intenda risolvere il drammatico problema delle raffinerie. E non parlo solo di Taranto, ma anche di Gela, Augusta, Ravenna, Casale Monferrato. Città che vivono situazioni al limite con un’ incidenza di tumori nettamente sopra la media nazionale e problematiche drammatiche legate all’ ambiente. E’ inutile girarci intorno: non si vive di sola agricoltura e turismo, serve quindi uno sviluppo industriale ma che sia sostenibile e soprattutto compatibile con la vita dei cittadini. Oggi iniziamo un percorso per ottenere una vita migliore per i pugliesi e non solo». Insieme a Iurlaro a presentare l’ interrogazione diversi esperti ambientali, Grazia Canuto, Adelmo Foschini, il medico Carlo Gargiulo, Cristina Tabano del Codacons, Pinuccia Montanari, dell’ Università di Modena, Maria Rosa Ronzoni, dell’ Università di Bergamo e Gerardo Salsano, presidente nazionale del Centro di Ascolto e prevenzione del disagio. Al centro del dibattito la situazione di Taranto, partendo dall’ Ilva per arrivare all’ impianto Agip. «”Dobbiamo rendere le attività produttive attività etiche – ha sottolineato Gargiulo -. A Taranto vediamo un’ incidenza di tumori maggiore che nel resto d’ Italia, soprattutto negli uomini».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox