29 Aprile 2012

Italo, debutto Milano-Napoli tra cinema, televisione e wi-fi

Italo, debutto Milano-Napoli tra cinema, televisione e wi-fi

La sfida Con Italo, il treno ad alta velocità della Ntv, si apre in Italia la concorrenza al Frecciarossa delle Ferrovie dello Stato Partenza. Italo, il treno ad alta velocità concorrente delle Ferrovie dello Stato voluto da Luca Cordero di Montezemolo ha iniziato la sua corsa, quella vera, con a bordo non spettatori ma passeggeri, curiosi ed esigenti. Ore 8,19: alla stazione Porta Garibaldi di Milano chi sale sulle carrozze riceve una maglietta rossa come il treno con la data del viaggio inaugurale. La carrozza Club, ossia quella di “lusso” è in testa. Salgono tra gli altri una famiglia con due bambini piccoli e un manager con computer. Si guardano intorno, curiosano nei salottini privati, accarezzano la pelle marrone delle poltrone firmata Frau. Le hostess in giacca bordeaux accolgono gli ospiti e quando il treno inizia a muoversi si presentano. A Roma Tiburtina scendono in molti. Quando il treno riparte Chiara spiega che i passeggeri hanno a disposizione una televisione dove è possibile sfogliare i giornali in digitale, vedere le news di Skytg24, passare il tempo con un film. E che saranno distribuiti auricolari e durante il viaggio ci saranno sfizi di pane e di dolce firmati dal food provider Italy. Sembra una gita di classe. Per il servizio meteo, le agenzie Ansa, i libri e il portale di Italo si deve ancora aspettare («coming soon»). Oltre la classe Club, una sola carrozza, ecco la Prima, i colori cambiano, diventano azzurro canna da zucchero, ma il comfort rimane. Il vagone è quasi pieno. Laura, 35 anni, sta tornando per il lungo weekend del primo maggio a Napoli e spiega di avere scelto questo treno per provarlo. «Mi sembra molto curato», dice. «Io non cerco il lusso ma pulizia e anche se capisco che non è dal primo giorno che si può giudicare sono molto soddisfatta soprattutto dei bagni. In un viaggio lungo anche questo conta». Anche qui il carrellino degli snack offerti dalle hostess. Mentre dalla classe successiva, la Smart («a nessuno piace essere un passeggero di seconda classe», spiegò Montezemolo qualche tempo fa) chi vuole bere o mangiare deve servirsi al distributore, sempre firmato da «Eataly». E per gli «Smart» c’ è anche la carrozza Cinema dove si proiettano film Medusa: oggi «Green Zone». Le televisioni della classe Club si tirano fuori dal bracciolo, l’ audio del cinema è buono, quello di Sky meno. Le prese della elettricità sono a portata di mano, il wi-fi disponibile dopo la registrazione al sito. Qualche problema si è avuto nella tratta Milano-Bologna e il Codacons ha subito protestato. Il presidente dell’ associazione di consumatori, Carlo Rienzi ha poi raccontato di avere avuto dei problemi nel passare dalla classe Smart a quelle superiori: «Un addetto ci ha sbarrato la strada spiegandoci che chi viaggia in classe economica non può accedere alle carrozze riservate ai possessori di biglietti Prima e Club». L’ azienda smentisce «l’ apartheid» e spiega che i problemi del wi-fi sono stati risolti dai tecnici a bordo. Uomini d’ affari armati di computer in classe Club e in Prima per un viaggio di lavoro. Bambini permettendo. Perché i due mini passeggeri non la smettono un minuto di parlare con qualche decibel di troppo per chi cerca di concentrarsi. In questo caso l’ opzione è la carrozza Prima relax dove sono banditi i cellulari e le voci devono rimanere basse. Le hostess sono gentilissime, e ci si chiede se lo saranno anche dopo che la supervisione della loro «maestra», Maria Sole, cesserà. Sono state formate alla scuola ospitalità di Ntv e non perdono la pazienza neanche con chi le bombarda di domande sulla connessione wireless. Per essere connessi occorre registrarsi sul sito prima del viaggio oppure farlo dallo smartphone. «Ma c’ è un problema con chi ha l’ Iphone» spiega una signora. «Lo stiamo risolvendo», assicura uno dei tecnici Ntv, anche lui sul treno per monitorare la situazione. Chi ha prenotato il pasto riceve l’«Italobox». Ce ne sono di tre tipi. Quello più leggero prevede salame pregiato, parmigiano e crackers con acqua. E il caffè espresso. La competizione sui binari è iniziata. I PASSEGGERI «Molto curati e puliti anche i bagni. In un viaggio lungo anche questo conta»
maria corbi

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox