24 Aprile 2018

ITALIANI, UNA VITA IN VACANZA: 16 MILIONI IN FERIE NEI PONTI DEL 25 APRILE E 1 MAGGIO

– TRA LE METE PREFERITE LA SARDEGNA E LE CITTA’ D’ ARTE – A CAPRI HOTEL QUASI TUTTI PIENI, GLI ALBERGATORI GODONO: PRENOTATO IL 90% DELLE STANZE – LA SPESA …

La mitica nuvoletta di Fantozzi MIRIAM ROMANO per Libero Quotidiano Si incroceranno milioni di macchine tra le autostrade principali. Il quadro dei prossimi giorni è presto fatto. Il caldo quasi estivo, le stazioni affollate, i vagoni dei treni con i passeggeri in piedi schiacciati uno all’ altro. In mano valigie, borsoni e sacche accuratamente chiuse. Che i numeri e le statistiche parlino di crisi economica e di italiani attenti perfino al centesimo di resto, sembra importare ben poco. Il ponte del venticinque aprile e del primo maggio segna tutt’ altro orizzonte. In barba alla crisi e ai funesti annunci su Pil e disoccupazione, quasi 8milioni di italiani saranno in viaggio domani e 7milioni e mezzo quelli previsti per il primo maggio, secondo le stime dell’ indagine condotta da ACS Marketing Solutions per Federalberghi. Un calcolo piuttosto facile, poco meno di 16 milioni di italiani si sposteranno nei prossimi giorni per una seppur breve vacanza. A dispetto dei mutui, delle tasse e dei conti da far quadrare, pare che nessuno voglia farsi mancare qualche giorno fuori porta. Tanto che si registra un deciso aumento di viaggiatori rispetto allo scorso anno. Circa 500mila italiani in più saranno in viaggio domani e 300 mila il primo maggio. treno «I ponti di Primavera sono un bel banco di prova nella prospettiva di una stagione che corre verso l’ estate: se queste sono le premesse, il desiderio di viaggio e l’ effettivo movimento di viaggiatori andrebbe incentivato con tutti gli strumenti possibili», ha commentato Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi. TUTTO ESAURITO Gli alberghi, le case vacanze e gli agriturismi in giro per l’ Italia segnano il tutto esaurito già da qualche giorno. Le previsioni parlano di un’ occupazione alberghiera che questa settimana si attesterà tra l’ 80 e il 90%, il che significa che si farà fatica a trovare una camera libera per la destinazione prescelta. A Capri gli hotel sono quasi tutti pieni, gli alberghi di lusso hanno riaperto a pieno ritmo per il ponte e i centralini sono intasati per le continue prenotazioni. In Sardegna le strutture alberghiere hanno deciso di anticipare le aperture previste per l’ estate: per il 25 aprile saranno aperti il 40-45 per cento degli alberghi per un totale di circa 400 strutture pronte ad accogliere i visitatori. AUTOSTRADE CASELLO Neanche l’ allarme del caro-prezzi lanciato dalla Codacons qualche giorno fa ha fermato i vacanzieri. Sembra infatti che il ponte del 25 aprile e del primo maggio saranno all’ insegna dei rincari. «La prima voce che appare in aumento è quella relativa ai carburanti, con un pieno di diesel che costa oggi il 3,1% in più rispetto allo stesso periodo del 2017, mentre per la benzina il rincaro è del +1,5% – ha spiegato il presidente di Codacons Carlo Rienzi. Ma poco interessa agli italiani, tanto che l’ allerta traffico in autostrada è già stata lanciata. milano mostre aperte A scapito del portafogli, inoltre, secondo la Federalbergatori, la spesa media pro capite destinata al viaggio e comprensiva di tutte le voci (trasporto, alloggio, cibo e divertimenti) sarà pari a 358 euro, in crescita rispetto ai 309 euro del 2017. Un aumento dovuto anche alla decisione di rimanere fuori città qualche giorno in più rispetto allo scorso anno. Nel 34,2% dei casi, infatti, si tratterà di un “super-ponte”, che includerà sia il 25 aprile sia il 1° maggio. «Il giro di affari legato al movimento dei ponti primaverili conferma i segnali di ripresa che stanno facendo bene al settore», spiega Bernabò Bocca. rimini mare spiaggia_950x551 INCASSI ALLE STELLE Il fatturato complessivo sarà infatti pari a circa 2,85 miliardi di euro rispetto ai 2,32 miliardi di euro del 2017 (+22,8%). La gran maggioranza dei viaggiatori poi ha scelto di passare i giorni di pausa dal lavoro in Italia. L’ 87% degli intervistati secondo l’ indagine di Federalbergatori, viaggerà tra le località dello stivale. Solo il 12,5% si sposterà invece all’ estero per le vacanze. In testa alle mete preferite sono le località di mare: l’ occupazione alberghiera della Sardegna, del Cilento, del Salento e delle principali mete della costiera romagnola si attesterà attorno al 90%, secondo le previsioni delle associazioni locali degli albergatori. Subito dopo il mare, chi viaggerà in Italia opterà per le località d’ arte, con in testa Firenze, Milano, Venezia, Roma e Napoli. A seguire la montagna, le località termali e i laghi. Certo, la struttura ricettiva preferita rimane la casa di parenti e amici (dove si dirigeranno il 32,9% dei viaggiatori), seguita subito dopo dall’ albergo (24,4%).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox