1 Novembre 2007

Italiani indebitati. Nel 2007 il credito al consumo fa + 17,5%

Italiani sempre più indebitati.
Per scelta e non solo per bisogno, dicono l`Associazione bancaria italiana presieduta da Corrado Faissola e Prometeia, anche se i consumatori contestano la tesi.
I finanziamenti bancari alle famiglie sono cresciuti di un altro 9% nei primi sei mesi dell`anno, con un boom del credito al consumo che è aumentato del 17,5%.

I dati sono stati comunicati dall`Abi nel corso del convegno sul Credito alle Famiglie 2007 e parlano di un fenomeno che nel primo semestre dell`anno è arrivato alla somma complessiva 353 miliardi di euro. E se il grosso di tale ammontare è ancora rappresentato dal credito fondiario residenziale che si attesta a 289,8 miliardi di euro (in crescita del 10,8%), il mondo del credito al consumo fa segnare una crescita del 17,5% a 93,8 miliardi. Il ricorso alla rateizzazione, secondo Abi e Prometeia, è però sempre più una scelta che non una necessità. La famiglia tipo in questo panorama è infatti “giovane, con titolo di studio più elevato rispetto al campione complessivo, un maggiore numero di componenti e un capofamiglia lavoratore dipendente“. Non solo, le condizioni di reddito sono solitamente “medio alte“. I consumatori. però, non ci stanno: “chi ricorre a prestiti e finanziamenti – ha replicato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – non acquista più solo automobili, grandi elettrodomestici e si indebita anche per libri scolastici, per spese mediche e persino per acquistare generi alimentari“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this