fbpx
9 Aprile 2013

“Istigazione” Il Codacons attacca

“Istigazione” Il Codacons attacca

Mentre Equitalia esprime “cordoglio e vicinanza” ai familiari di Romeo Dionisi, Anna Maria Sopranzi e Giuseppe Sopranzi, i due coniugi e il fratello di lei suicidi a Civitanova Marche per la disperazione generata dalla crisi economica, il Codacons ha deciso di presentare un esposto per istigazione al suicidio contro lo Stato. Ed è un’ iniziativa choc quella annunciata dal Codacons ad appena tre giorni dal triplice suicidio di Civitanova Marche dove un’ intera famiglia si è tolta la vita per difficoltà economiche: l’ associazione di consumatori ha deciso di presentare un esposto per istigazione al suicidio contro lo Stato, per far accertare alla Procura di Macerata se ci vi siano delle responsabilità da parte delle istituzioni nella tragedia. “Si ricorda – riferisce una nota del Codacons – che per l’ articolo 580 del Codice penale si configura il reato non solo quando si determina altri al suicidio ma anche quando si rafforza l’ altrui proposito di suicidio”. In sostanza il Codacons chiede alla Procura della Repubblica di accertare “se vi siano stati comportamenti omissivi da parte delle istituzioni e se tali mancanze abbiano rafforzato il proposito di suicidio di quella famiglia marchigiana. Per il Codacons vale il dubbio che segue: la famiglia, ad esempio, aveva in qualche modo lanciato una richiesta d’ aiuto, senza che nessuno la raccogliesse? Si chiede, quindi, di accertare se si tratta di una tragica fatalità o se esistono colpe nel non aver recepito questo grido d’ allarme o nell’ aver determinato il loro dissesto economico”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox