16 Ottobre 2020

ISTAT: INFLAZIONE NEGATIVA A SETTEMBRE -0,6%

     

    CODACONS: DI MALE IN PEGGIO! ULTERIORE RIBASSO INFLAZIONE E’ SEGNALE ALLARMANTE PER ECONOMIA

    RISPARMIO MEDIO PER FAMIGLIA VOLA A 239 EURO ANNUI, MA PESA CALO CONSUMI

    “Di male in peggio!”. Così il Codacons giudica il ribasso dell’inflazione che, secondo l’Istat, a settembre segna il -0,6% su base annua e -0,7% su base mensile.
    “La discesa dell’indice dei prezzi al dettaglio sembra inarrestabile e non è certo un buon segnale per l’economia nazionale – spiega il presidente Carlo Rienzi – Se infatti la riduzione dei listini comporta un risparmio medio su base annua pari a 239 euro per un nucleo con due figli e 184 euro per la famiglia “tipo”, dall’altro è causata dal crollo dei consumi che si registra da mesi in Italia. Non bisogna infatti confondere le cause della deflazione, estremamente negative sul lungo termine, con gli effetti per le famiglie, positive solo sul breve periodo”.
    “Non a caso – sottolinea Rienzi – i prezzi crescono solo per il carrello della spesa, ossia quei beni che i consumatori comprano con regolarità e di cui non possono fare a meno”.
    I dati sull’inflazione sono destinati inoltre a peggiorare qualora si attuassero nel nostro paese altre restrizioni anti-Covid alle aperture di locali ed esercizi commerciali, perché vi sarebbe una ulteriore stretta ai consumi con ripercussioni negative per l’intera economia – conclude il Codacons.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox