25 Maggio 2020

INVITALIA, FLOP DEL “CLICK DAY”: CODACONS PRESENTA ESPOSTO IN PROCURA

     

    INDAGARE PER INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO

    Sul caso del flop del “Click day” di Invitalia il Codacons ha presentato oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, affinché si faccia luce sulla vicenda e sui danni subiti dalle imprese.
    Come noto per incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro per chi esercita attività d’impresa, arte o professione, il decreto legge Cura Italia aveva stanziato 50 milioni di euro, affidando la gestione dell’operazione «Impresa sicura» a Invitalia. Tutti i media hanno riportato la notizia del flop e di come i rimborsi per le mascherine per le aziende nella realtà siano finiti in un secondo – spiega il Codacons – Quella che doveva essere una manovra volta a tutelare e incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro si sarebbe trasformata in una lotteria istantanea risoltasi in un secondo: l’11 maggio, un secondo dopo le 9, per la precisione 1,046749 secondi dopo, i soldi stanziati erano già finiti, con la gran parte delle aziende tagliata fuori dalla possibilità di accedere al rimborso
    Per tale motivo il Codacons ha chiesto alla Procura di indagare sulla vicenda, accertando la regolarità e correttezza dell’operato di INVITALIA nella gestione dell’operazione «Impresa sicura», alla luce delle possibili fattispecie di Inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità e interruzione di pubblico servizio.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox