22 Luglio 2003

INVESTITO DA MOTO D`ACQUA: CODACONS, AUMENTARE I CONTROLLI

“Queste moto d`acqua sfrecciano a
tutta velocità a pochi metri dalla riva, incuranti delle norme
sulla navigazione e del pericolo che rappresentano per gli altri
bagnanti, nell` assenza più totale di controlli da parte delle
preposte forze dell` ordine“. La denuncia arriva dalla
Codacons, che ricorda come il Testo Integrale della Disciplina
per la Navigazione delle Aquabike vieti la circolazione delle
moto d`acqua entro 300 metri dalla costa e disponga che la
partenza e l` atterraggio dei mezzi avvenga esclusivamente
attraverso gli appositi corridoi di lancio.
“Il problema – prosegue il Codacons – è anche che tali
acquascooter vengono noleggiati a tutti senza necessità di
patente o abilitazioni alla guida e, molto spesso, chi si mette
alla guida di tali moto non conosce nemmeno le più basilari
regole della navigazione“.
L` associazione, al fine di evitare il ripetersi di incidenti
simili, “invita le forze dell` ordine che operano in mare ad
aumentare i controlli circa il rispetto delle normative vigenti
e sanzionare pesantemente ogni abuso che metta a repentaglio non
solo l` incolumità del conducente, ma anche quella degli altri
bagnanti“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox