fbpx
22 Aprile 2010

INVESTITO DA MINICAR A ROMA, BIMBO 8 ANNI E’ GRAVE

IL CODACONS: SE VEICOLO MODIFICATO, INDAGARE IL MECCANICO RESPONSABILE PER CONCORSO IN LESIONI GRAVISSIME SERVE GIRO DI VITE CONTRO LE OFFICINE

Il nuovo incidente avvenuto ieri nella capitale e che vede protagonista una minicar, dimostra l’urgenza di interventi tesi a garantire una maggiore sicurezza stradale.
“Il problema fondamentale è quello delle modifiche illegali che vengono fatte su queste vetture al fine di renderle molto più veloci rispetto ai limiti per le quali sono omologate. Modifiche – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – che trasformano queste macchine in potenziali armi, pericolose per chi le guida e per chi circola sulle strade”.
“Serve prima di tutto un giro di vite contro le officine compiacenti che, dietro pagamento, tolgono i diaframmi alterando la velocità delle minicar. Se verrà accertato che la vettura protagonista dell’incidente di ieri ha subito modifiche al motore per aumentarne la velocità, allora il meccanico responsabile delle alterazioni dovrà essere indagato, oltre che per i reati legati al Codice della Strada, anche per concorso in lesioni gravi o gravissime” – aggiunge Rienzi.
Il Codacons chiede infine alla Procura della Repubblica di acquisire i filmati realizzati dall’associazione, attestanti la disponibilità delle officine ad effettuare modifiche al motore delle minicar allo scopo di aumentarne la velocità.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox