7 Novembre 2019

Invasione dei cinghiali: la paura dei romani contagia tutta Italia, è allarme

 

All’ insegna di slogan e cartelli di allarme come #bastacinghiali e “Difendiamo il nostro territorio” migliaia di agricoltori, allevatori e pastori provenienti da tutta Italia sono scesi in Piazza Montecitorio a Roma per manifestare contro l’ invasione dei cinghiali. Ma la protesta più in generale è contoro gli animali selvatici che distruggono i raccolti agricoli, sterminano greggi e causano incidenti stradali nelle campagne e all’ interno dei centri urbani. Con loro, nella pizza della Camera dei Deputati, semplici cittadini affiancati da sindaci e rappresentanti dei sindacati, dell’ ambientalismo e delle associazioni dei consumatori. Tra molti spiccano quelli di Symbola, Terranostra, Federparchi, Federconsumatori, Codacons, Adusbef, Centro Consumatori Italia, Apab e Legambiente. Al centro della protesta un’ emergenza nazionale che sta provocando l’ abbandono delle aree interne, problemi sociali, economici e ambientali con inevitabili riflessi sul paesaggio e sulle produzioni con le incursioni dei cinghiali che sono arrivati anche all’ interno delle città minacciando la sicurezza delle persone. E Roma ne sa qualcosa. Sull’ emergenza è intervenuto anche Matteo Salvini: “Occorre un piano di abbattimento dei cinghiali che ormai ci entrano dentro casa: il resto sono solo chiacchiere da salotto”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox