13 Dicembre 2005

Intesaconsumatori denuncia l`impennata dei prezzi

Intesaconsumatori denuncia l`impennata dei prezzi: anche l`albero costa l`11% in più, per non parlare degli addobbi


Natale, ma quanto sei caro: regali proibitivi e cenone salato



ROMA Per due accessori classici maschili come cravatta e cintura si dovranno spendere, rispettivamente, l`8,7 e il 18% in più. Per un`automobilina radiocomandata, da sempre hit nei desideri sotto l`albero dei bambini, l`esborso sarà del 16,8% superiore ad un anno fa. Per non parlare di chi vorrà concedersi un viaggio su una spiaggia tropicale: dovrà pagare quasi il 10% in più dello scorso anno. L`albero poi, se vero, costerà l`11% in più. Regali dunque, ma anche addobbi e vacanze, in questo Natale 2005 saranno all`insegna dei rincari. A denunciarlo è Intesaconsumatori, alleanza che raggruppa Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, che richiama l`attenzione anche sul cenone di Capodanno: in un anno cotechino e lenticchie sono aumentati del 33 e del 14%. I primi salassi al portafoglio delle famiglie italiane, quest`anno, lo provocano gli addobbi. Passato il lungo week end dell`Immacolata, come da tradizione, si fa l`albero. E iniziano i guai. Secondo le associazioni di tutela dei consumatori infatti, un abete vero quest`anno costerà mediamente 39 euro, cioè l`11% in più rispetto all`anno scorso, quando la stessa pianta poteva essere comprata per 35 euro. In salita rispetto al 2004 – sempre secondo Intesaconsumatori – anche tutti gli addobbi: +11% i prezzi dei fili argentati, +29% le lucette, +20% i nastrini, +33% le coccardine, +15% le candele centrotavola. Stessi prezzi dello scorso anno invece per palline e puntali. Fatto l`albero, eccoci ai regali più diffusi. Per i grandi, oltre ai rincari di cinture e cravatte, si dovrà spendere il 12,2% in più per un rasoio elettrico maschile (129 euro); una borsa griffata costerà mediamente il 9,5% il più (219 euro), così come maggiorato del 9,4% sarà il prezzo di un occhiale di marca (175 euro). Bene invece i prezzi di lettori Cd e libri, sostanzialmente invariati rispetto al 2004. E se Natale è soprattutto la festa dei bambini, secondo Intesaconsumatori lo sarà molto meno per le tasche dei genitori. Secondo la rilevazione infatti una bambola costerà in media 24,90 euro, cioè l`8,3% in più dell`anno scorso; un peluche di 1 metro 32,90 euro, cioè il 9,7% in più; una bicicletta 129 euro, pari al 7,5% in più. Per chi intende concedersi una vacanza, visto il caro-Tropici (2.075 euro un viaggio al caldo, con un aumento del 9,2% sul 2004), sarà più convenente scegliere una settimana bianca, i cui prezzi sono addirittura calati dell`1,4% (799 euro di media), mentre rilassarsi e viziarsi in una beauty farm, rispetto al Natale scorso, comporterà una spesa media di 990 euro, cioè il 4,2% in più. Infine, il caro-cenone. Rincari, oltre che per cotechino e lenticchie, anche per ciò che riguarda il vino da tavola (+33% a 3,99 euro), il prosecco (+9,2% a 11,90 euro), il salmone confezionato (+9,9% a 8,90), per il torrone (+5,8% a 5,50 euro per una confezione da 300 grammi) e per un cotechino precotto, che si compra mediamente a 6,99 euro contro i 6,70 dello scorso Natale (+4,3%).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox