12 Luglio 2000

INTERVENTO DELL?UE SUL BLOCCO DELLE TARIFFE RC-AUTO

IL CODACONS REPLICA: ?LA PROCEDURA E? DEL TUTTO INFONDATA? QUESTI I MOTIVI SECONDO I QUALI LA PROCEDURA NON PUO? ESSERE AVVIATA

1 LA PROCEDURA E? AMMISSIBILE SOLO IN PRESENZA DI UNO STATO CHE AVREBBE COMMESSO L?INFRAZIONE DI UN MERCATO LIBERO, È EVIDENTE CHE LA COMMISSIONE EUROPEA PRIMA DI AVVIARE UNA PROCEDURA DI INTERVENTO DEVE VERIFICARE SE IL MERCATO ITALIANO DELLE POLIZZE ASSICURATIVE RC-AUTO SIA EFFETTIVAMENTE LIBERO, COME NOTORIAMENTE NON È, VISTO CHE STIAMO PARLANDO DI UN MERCATO OLIGOPOLISTA E SEGNATO DA EVIDENTI SINTOMI DI CARTELLO, LA PROCEDURA SAREBBE DUNQUE DEL TUTTO INFONDATA;

2 IN OGNI CASO UNA PROCEDURA PER VIOLAZIONE DELLE REGOLE DEL LIBERO MERCATO DOVREBBE ESSERE SOSPESA, IN ATTESA DELLA PRONUNCIA DELL?ANTITRUST, ATTESA IN TEMPI BREVI, SUL DOCUMENTATO ESPOSTO DEL CODACONS CIRCA LA VIOLAZIONE DELLE REGOLE DELLA CONCORRENZA;

?E? evidente ? commenta l?avv. Carlo Rienzi ? che la procedura si troverebbe, rispetto a quella italiana di infrazione delle leggi sulla concorrenza, in posizione di pregiudizialità necessaria, condizione che si viene a verificare quando per poter definire un procedimento occorre attendere la definizione di un altro che, se fondato, farebbe venir meno il presupposto che legittima la procedura europea?.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox