25 Ottobre 2017

INSULTI ANTISEMITI, CODACONS: CI COSTITUIAMO PARTE OFFESA, CHIEDEREMO MAXI-RISARCIMENTO A RESPONSABILI

    LETTURA BRANI ANNA FRANK INUTILE, SERVE DASPO A VITA E BLACK LIST PUBBLICA DEI TIFOSI CRIMINALI

     

    Il Codacons si costituirà parte offesa nell’inchiesta aperta alla Procura di Roma per il caso degli insulti antisemiti ad opera dei tifosi della Lazio.
    “Si tratta di una vicenda che non riguarda il mondo calcistico, ma danneggia l’intera città di Roma provocando un danno ingente alla collettività, colpita da comportamenti ignobili che offendono tutti – spiega il presidente Carlo Rienzi – Per questo il Codacons, in rappresentanza dei cittadini e dei romani, si costituirà parte offesa nell’inchiesta, e chiederà un maxi-risarcimento danni nei confronti dei protagonisti per i danni morali e non arrecati alla capitale, allo sport e all’Italia”.
    L’associazione tuttavia ritiene poco utile e non incisiva la decisione di leggere brani di Anna Frank negli stadi. Ciò che realmente serve è il pugno di ferro contro le frange estreme delle tifoserie, disponendo il daspo a vita per i responsabili degli insulti antisemiti e una black list pubblica con nomi, cognomi e foto dei tifosi che si rendono protagonisti di atti criminali.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox