21 Dicembre 2018

«Insetti nel Pronto soccorso indaghi la magistratura»

anche il codacons sollecita l’ azione della procura: «accertare responsabilità»
«Credo che l’ Asl Napoli 1 presenterà un esposto alla Procura della Repubblica per venire a capo di episodi che sono più che sospetti». Quanto affermato dal governatore e commissario della Sanità campana, Vincenzo De Luca, rispetto al nuovo caso di presunta mala sanità relato alle formiche all’ ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, dove l’ altro ieri si è stati costretti a chiudere per un’ ora il pronto soccorso invaso dagli insetti. «Io ho solo visto un’ immagine di un cestino con le formiche. Si sa che le formiche, durante l’ inverno, se ne stanno al riparo, sottoterra – ha spiegato il presidente Vincenzo De Luca -. Farà bene l’ Asl a mobilitare i carabinieri e la Procura. Le formiche non esistono, esistono altre cose. Mi pare evidente». Insomma con le sue parole il presidente della Giunta Regionale ha in modo esplicito argomentato su aspetti poco chiari relativi alla vicenda a partire dalla non plausibilità dell’ ipotesi di una invasione di insetti spontanea in inverno ed in giornate dal clima rigido che non dovrebbero favorire la proliferazione degli insetti. Il condizionale in ipotesi del genere è assolutamente d’ obbligo, d’ altro canto appare chiaro che le parole di De Luca avranno un seguito e che un esposto denuncia sia nell’ ordine naturale delle cose con carabinieri e magistratura chiamati a fare piena chiarezza con tutti i mezzi a loro disposizione per ricostruire cosa sia davvero accaduto e dunque se si trati effettivamente di un caso di mala sanità ovvero se invece si sia di fronte ad altro come evocato dal presidente Vincenzo De Luca. Del resto quella della sanità campana è una materia incandescente con il governatore che punta ad ottenere la fine del commissariato sanità sulla base di un ormai raggiunto risanamento dei conti del comparto e dall’ altro un fuoco di fila di critiche che provengono dalle opposizioni in Consiglio Regionale. Diametralmente opposta la visione di quanto accaduto al San Giovanni Bosco da parte del Codacons che a sua volta sollecita un approfondimento della magistratura. «La Regione Campania dovrà avviare le procedura per la chiusura definitiva dell’ ospedale San Giovanni Bosco di Napol», ha affermato il presidente Carlo Rienzi. «Va aperta subito una indagine sulla vicenda alla luce delle possibili fattispecie di interruzione di pubblico servizio e attentato alla salute pubblica – ha chiosato -. A distanza di poco più di un mese dal precedente episodio l’ ospedale San Giovanni Bosco registrerebbe ancora una volta la presenza di formiche nei reparti, con gravi ripercussioni per i servizi resi agli utenti e per la sicurezza dei pazienti». «A questo punto, di fronte all’ evidente problema formiche a Napoli, la Regione o libera formichieri nelle strutture sanitarie», la conclusione. Due appelli con motivazioni opposte alla magistratura che certamente – al di là degli esposti – raccoglierà l’ invito e farà piena chiarezza su quanto accaduto dissipando dubbi ed accertando le effettive responsabilità.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox