16 Aprile 2014

Inserimento lavorativo per 40 persone nel Tarcentino

Inserimento lavorativo per 40 persone nel Tarcentino 

Quaranta persone verranno accompagnate nel percorso di inserimento lavorativo grazie al protocollo d’ intesa tra la Provincia di Udine (rappresentata, all’ atto della firma, dall’ assessore al lavoro Leonardo Barberio), l’ azienda sanitaria 4 Medio Friuli (Mauro Asquini) e l’ ambito distrettuale di Tarcento (Gian Carlo Ferrari). L’ accordo rientra nel più ampio progetto dei Piani di zona regionale per il triennio 2013-2015 così come definiti dalla delibera della Giunta Regionale n. 458 del 22 marzo 2012. Con questa azione di rete che, quale elemento innovativo, vede la presenza attiva dei privati tra cui il Codacons di Udine (Pierluigi Chiarla) e l’ azienda Del Fabro arredamenti di Tricesimo, 40 soggetti disoccupati e in condizioni di fragilità/svantaggio sociale già presenti nelle liste del Centro per l’ impiego di Tarcento e tra le persone seguite dai Comuni dell’ Ambito Distrettuale, avranno l’ opportunità di riaffacciarsi al mondo del lavoro completato un percorso formativo. Un progetto in continuità con un’ analoga esperienza sviluppata nel 2013 tra i partner istituzionali con questi risultati: 14 le persone occupate, 2 work experience in fase di attivazione, 11 persone iscritte ai progetti speciali e/o in attesa di colloqui già fissati, l’ attivazione di gruppi di mutuo-aiuto da gennaio. “La forza di questo progetto – ha evidenziato Barberio – sta nella partecipazione di diverse professionalità specialistiche nel campo del lavoro e dell’ assistenza socio-sanitaria, un approccio integrato, dunque, in grado di affrontare il problema sociooccupazionale di quei cittadini che manifestano particolari fragilità, già disoccupati e a rischio esclusione scardinando la logica dell’ anticamera della povertà”. Il percorso prevede una parte formativa teorica finalizzata alla valorizzazione delle competenze lavorative, quindi un focus su dinamiche e caratteristiche dell’ attuale situazione occupazionale e sugli intermediari tra offerta e domanda; saranno anche fornite informazioni sulla predisposizione del curriculum e sulla gestione del colloquio di selezione. Saranno poi individuati i possibili sbocchi occupazionali. Nella gestione del percorso di reinserimento sociolavorativo, fondamentale sarà il ruolo dei privati e il loro apporto.
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox