fbpx
18 Marzo 2019

Ing nel mirino, la Procura di Milano apre un’ inchiesta sulla banca del Conto Arancio

 

– Dopo lo stop di Bankitalia all’ acquisizione di nuova clientela, per problemi in materia di applicazione delle norme antiriciclaggio, la banca olandese Ing – famosa per il Conto Arancio – vede profilarsi nuovi grattacapi. Una inchiesta è stata infatti aperta dalla Procura di Milano, che indaga proprio per riciclaggio sulla filiale italiana di Ing.L’ inchiesta, riporta il sito del Sole24Ore, è per il momento a carico di ignoti ma fonti vicine alle indagini ritengono che l’ iscrizione della banca nel registro degli indagati potrebbe avvenire nelle prossime ore. Venerdì scorso la Banca d’ Italia aveva reso noti gli esiti di un’ ispezione compiuta nella branch italiana dell’ istituto olandese tra ottobre 2018 e lo scorso 18 gennaio. Al termine dei controlli, Bankitalia ha deciso di vietare a Ing Italia di aprire nuovi conti online. Gli ispettori avrebbero infatti identificato delle falle nei sistemi antiriciclaggio della banca.La notizia si è ripercossa oggi sulla Borsa di Amsterdam, dove il titolo Ing è arrivato a cedere 3 punti percentuali in avvio di settimana, per poi recuperare leggermente.Domenica anche il Codacons era intervenuto sulla vicenda, evocando un esposto alla procura e all’ Antitrust. “Riteniamo necessario verificare se il mancato rispetto delle norme in tema di antiriciclaggio possa avere conseguenze sul piano penale”, ha detto l’ associazione di consumatori mentre l’ Antitrust dovrà accertare la correttezza sul fronte dell’ acquisizione di nuova clientela attraverso messaggi pubblicitari e altre campagne ancora oggi presenti sul web e che devono essere sospese con effetto immediato”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox