24 Ottobre 2007

INFLUENZA : IL CODACONS DENUNCIA DONATO GRECO DEL MINISTERO DELLA SALUTE

    INFLUENZA : IL CODACONS DENUNCIA DONATO GRECO DEL MINISTERO DELLA SALUTE

    SECONDO LUI LA VACCINAZIONE E’ CIO’ CHE DOPO L’ACQUA FA MEGLIO ALLA GENTE E CHE UNA VOLTA FATTA TI METTE AL SICURO PER TUTTA LA VITA

     

    Un esposto del Codacons contro il prof. Donato Greco, direttore del Centro di controllo delle malattie (Ccm) del ministero della Salute, per accertare se esistono profili di illegittimità rispetto alle sue dichiarazioni. Il Dr. Greco, infatti, oggi, nel corso di una trasmissione tv, nell’esaltare tutte le vaccinazioni, è arrivato persino ad annunciare la vaccinazione contro il papilloma virus per le dodicenni, senza dire che tale vaccino costosissimo mette al riparo solo pochissime entità patologiche di questa malattia. Per il professore il vaccino è uno dei farmaci più sicuri per l’umanità, dimenticandosi di dire una parola sui rischi e gli effetti collaterali, ragione per la quale si deve sempre fare una analisi costi benefici rispetto alla gravità della malattia o alla probabilità di ammalarsi o di avere gravi complicazioni.
    E’ il motivo per cui da anni il Codacons si batte contro la vaccinazione di massa per malattie come l’influenza e chiede che a vaccinarsi siano solo le categorie effettivamente a rischio di complicazioni, come gli anziani affetti da particolari patologie. Da parte del prof. Greco non si è detta, ad esempio, una sola parola sulle ricerche che hanno accertato negli USA l’inefficacia del vaccino contro l’influenza, pubblicate sulla prestigiosa rivista Lancet. Eppure i dati sono eclatanti: i vaccini contro l’influenza negli anziani ospiti di strutture di lungodegenza sono efficaci solo per il 23 per cento contro le patologie simil-influenzali, 46 per cento contro la polmonite, inefficacia vicina allo 0 (!!!) contro l’influenza. Anche minore è l’efficacia in anziani ospitati in comunità che risulta non significativa per nessuna delle patologie analizzate.
    Ma per il prof Greco si dovrebbero vaccinare tutti, non solo dottori, ma tutti i soggetti sopra i 65 anni, bambini con malattie, insegnanti, poliziotti, autisti, spazzini, giornalisti, insomma chi più ne ha più ne metta.
    Il Codacons si chiede come mai il professore non ci spiega la ragione per la quale da 3 anni il vaccino si rivela inefficace per moltissimi cittadini, come mai nel 2004 sbagliarono persino il ceppo facendo sprecare milioni di euro alla collettività ed, infine, ci piacerebbe sapere quanto guadagnano le case farmaceutiche dal Servizio Sanitario Nazionale e dai cittadini con i vaccini.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox