10 Ottobre 2004

Influenza, arriva il vaccino in farmacia

Influenza, arriva il vaccino in farmacia

Le associazioni dei consumatori denunciano: costa troppo




ROMA ? Prenderà il via domani la rete di sorveglianza contro l`influenza. I medici sentinella torneranno così in piena attività, come ogni anno, per segnalare ai centri riferimento l`andamento della prossima ondata influenzale. Nel corso della prossima settimana è anche atteso l`arrivo del vaccino nelle farmacie, con la pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale, del decreto che autorizza la commercializzazione del vaccino. Da metà ottobre, secondo le indicazioni del Ministero della Salute, comincia il periodo ottimale per la vaccinazione, che si protrae fino a tutto novembre. È infatti questo il periodo utile per arrivare ben difesi al periodo più intenso dell`epidemia. Il vaccino è consigliato a coloro che hanno 65 anni e oltre, e ai bambini a rischio perché colpiti da malattie respiratorie, diabete, fibrosi cistica e malattie del sistema immunitario. Anche il vaccino di quest`anno è trivalente e contiene gli antigeni ai ceppi A/Nuova Caledonia/20/99 (H1N1), A/Fujan/411/2002 (H3N2) e B/Shanghai/361/2002. La rete dei medici sentinella per la sorveglianza dell`influenza 2004-2005 scenderà quindi nuovamente in campo. Coordinata dal Ministero della Salute, la rete nasce dalla collaborazione degli Assessorati regionali alla sanità, dell`Istituto superiore di sanità (Iss), del Centro interuniversitario per la ricerca sull`influenza (Ciri), dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, dei laboratori universitari di Riferimento. La rete è organizzata in due grandi nuclei: uno coordinato dall`Iss e l`altro dal Ciri. Al primo fanno riferimento i medici e i pediatri sentinella di Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Molise, Piemonte, Sardegna, Valle d`Aosta, Veneto, province autonome di Trento e Bolzano; al secondo medici e pediatri di Abruzzo, Calabria, Friuli Venezia-Giulia, Liguria, Lombardia, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria. Tutti i medici sentinella inviano i dati relativi ai casi di influenza osservati tra i loro assistiti all`Iss, mentre i medici e i pediatri li inviano al Ciri. I dati inviati dai due nuclei della rete verranno aggregati ogni settimana dall`Iss, che li analizza e invia i risultati nazionali al Ministero della Salute. I dati, pubblicati on-line dal Ministero, sono accessibili ogni settimana sul sito nazionale del Sistema di sorveglianza dell`influenza Influnet. Intanto, sul prezzo eccessivo dei vaccini antinfluenzali in commercio in Italia «il ministro della Salute Girolamo Sirchia scopre l`acqua calda. Noi lo diciamo da anni e da anni chiediamo interventi ben precisi perché le cose mutino». È questo il commento pressoché unanime tra le associazioni dei consumatori dopo la denuncia pubblica del titolare della Salute, che ha anche parlato di rifiuto da parte delle aziende produttrici di abbassare i prezzi delle confezioni. Dalla Federconsumatori al Codacons, all`Adoc, all`Adusbef tutti chiedono che il ministro vada oltre la denuncia, ovvero adotti provvedimenti a tutela dei consumatori e che metta le aziende in condizione di portare i costi dei farmaci, non solo quelli contro l`influenza, a un livello più accessibile al cittadino. E se le aziende «resistono», allora il governo adotti i provvedimenti del caso. «Qualche volta riusciamo a trovarci d`accordo con Sirchia – commenta Rosario Trefiletti, presidente della Federconsumatori, organizzazione che fa parte dell`Intesa dei consumatori ? e questo è il caso, come già avvenuto in occasione della sua denuncia relativa al costo eccessivo del latte in polvere venduto in Italia. Detto questo, però, va sottolineato che gli appelli e le denunce a parole non bastano, perché la situazione resta quella che è oggi sotto gli occhi di tutti».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox