23 Dicembre 2002

Inflazione, per i consumatori è al galoppo

Inflazione, per i consumatori è al galoppo
Ma i commercianti abbattono i prezzi: pranzo di Natale e cenone di Capodanno a costi «leggeri»

Secondo l?Istat, nelle città campione è al 2,8% invece le Associazioni denunciano una crescita reale pari al 6,6%

DA UNA parte c`è l`Istat che conferma la tendenza al rialzo dei prezzi al consumo (a dicembre l`inflazione nelle città campione viaggia fra il 2,8 e il 2,9% tendenziale, con Napoli metropoli più «cara»); dall`altra ci sono le maggiori associazioni dei consumatori che, riunite in cartello, denunciano una crescita reale pari al 6,6%, che equivale a un maggior esborso annuale per le famiglie di circa 1.505 euro (cioè circa 3 milioni delle vecchie lire). In mezzo ci sono i commercianti, la cui sigla più rappresentativa, la Confcommercio, spariglia annunciando pranzi e cenoni di Natale e Capodanno più «leggeri» (in termini economici, ovviamente) dell`11,9% rispetto al 2001. Il paniere dei prodotti tipici per le due ricorrenze, infatti, secondo l`organizzazione guidata da Sergio Billè presenta non poche sorprese in positivo: in testa alla classifica del ribasso ci sarebbero i panettoni, che costeranno il 34,88% in meno rispetto all`anno scorso. La rilevazione è stata curata da Faid-Confcommercio, un documento nel quale si sottolinea che nell`ambito di politiche commerciali di settore finalizzate al contenimento dei prezzi al consumo e dei tassi inflattivi, molte imprese della distribuzione hanno promosso per il Natale iniziative estremamente vantaggiose, volte ad incentivare gli acquisti in un periodo di perdurante stagnazione dei consumi.
Ma torniamo ai dati delle città campione raccolti dai Comuni ed elaborati dall`Istat. A livello congiunturale (rispetto cioè a novembre) l`incremento è dello 0,1/0,2 per cento. Tra le città più care, dopo Napoli (3,8% il tendenziale annuo), si segnalano Venezia (+3,3%), Bari (+3,0%), Torino e Genova (+2,9%), mentre a Milano i prezzi si sono fermati al +2,3%. Le realtà meno care sono Firenze e Ancona con una variazione di +2,1%. Secondo gli analisti, inoltre, nel primo Natale con l?euro si potrebbero vedere i primi segnali positivi. I consumatori non sembrano, però, credere troppo a questi dati: a «sconfessare» i calcoli ufficiali è l`Intesa dei Consumatori – composta dalle associazioni Adusbef, Adoc, Codacons e Federconsumatori – secondo la quale anche se le notizie dalle città campione diffuse l`altro ieri indicano una crescita dei prezzi a dicembre del 2,8-2,9% l`inflazione reale è attorno al 6,6%. «Le famiglie italiane – spiegano le associazioni dei consumatori in un comunicato – sono state letteralmente spennate da aumenti, rincari, ritocchini ed arrotondamenti che hanno comportato una perdita secca del potere di acquisto di 1.505 euro negli ultimi 12 mesi: se per l`Istat l`inflazione virtuale è del 2,9 per cento, per i cittadini, colpiti dal «caro euro», l`inflazione reale è di almeno il 6,6%». In particolare, ad incidere di più nelle tasche degli italiani, rispetto ad un anno fa, sempre secondo l`intesa dei Consumatori, sono in percentuale i servizi bancari (+14,7%) che pesano in concreto per 52 euro. L`aumento percentuale è più basso ma in soldoni il valore è maggiore invece per le spese per l`abitazione: sono cresciute da dicembre dello scorso anno di 170 euro. Stesso aumento c`è invece sui mobili e i servizi della casa. Pesano in misura superiore ad altre voci anche l`abbigliamento e le calzature che incidono sul portafoglio per 150 euro in più e che in misura percentuale segnano una crescita dell`+8,8%, rispetto al 2001, quindi ben superiore all`inflazione ufficiale nei conti delle famiglie. L`Intesa dei Consumatori accusa, quindi, il «Governo di inerzia se non di non complicità dei rincari ai quali si aggiungeranno le tariffe autostradali (+2,4%), ferroviarie (+4,5%) il canone Rai (+4,7%), bollettini di conto corrente postali (+29% – da 0,77 ad 1 euro) ed una serie infinita di altri balzelli, diretti o indiretti».

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox