21 Febbraio 2020

INFLAZIONE: ISTAT RIVEDE DATO, A GENNAIO STABILE +0,5%

     

    CODACONS: MA AUMENTO CARBURANTI CONTINUA A PESARE SU TASCHE FAMIGLIE FINO A +162 EURO ANNUI

    BOLZANO LA CITTA’ PIU’ CARA (+391 EURO A FAMIGLIA), AOSTA IN DEFLAZIONE (+28 EURO A NUCLEO)

    L’inflazione si mantiene stabile allo 0,5% a gennaio, ma l’accelerazione dei carburanti continua ad incidere sulle tasche delle famiglie italiane determinando effetti su tutto il comparto dei trasporti.
    Lo afferma il Codacons, commentando i dati forniti oggi dall’Istat.
    “L’inflazione allo 0,5% si traduce in una maggiore spesa annua pari a +203 euro per un nucleo con due figli e +154 euro per la famiglia “tipo” – spiega il presidente Carlo Rienzi – Tuttavia il comparto dei “trasporti” registra una crescita assai più sostenuta rispetto alla media, con prezzi e tariffe che salgono del +2,9% a causa dell’accelerazione del gasolio (+3,8%) e della benzina (+6,7%). L’impatto di tali voci sulla spesa delle famiglie è fortissimo: solo per trasporti e spostamenti un nucleo con due figli spende oggi in media +162 euro all’anno”.
    A livello territoriale Bolzano si conferma anche a gennaio la città dove i prezzi crescono di più, con una inflazione al +1,3% che determina una maggiore spesa di +391 euro su base annua per famiglia residente, mentre Aosta risulta in deflazione (-0,1%) con una risparmio medio di 28 euro annui a nucleo residente, in base alla spesa per consumi nelle singole regioni – conclude il Codacons.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox