12 Agosto 2010

INFLAZIONE: ISTAT CONFERMA; A LUGLIO BALZA +1,7%, TOP DA 2008

    IL CODACONS: STANGATA DA 500 EURO A FAMIGLIA IL GOVERNO ABBASSI LE ACCISE SUI CARBURANTI ENTRO FERRAGOSTO-
    PRONTA LA DENUNCIA PER AGGIOTAGGIO

    L’inflazione a luglio è salita all’1,7%, accelerando rispetto al +1,3% di giugno. Lo comunica l’Istat confermando le stime preliminari e sottolineando che si tratta del rialzo più alto dal dicembre del 2008.
    “L’impennata del tasso di inflazione si tradurrà in una stangata, tra costi diretti e indiretti, pari a 500 euro a famiglia” ha dichiarato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, commentando i dati.
    Ancora una volta è l’andamento dei prezzi energetici a trascinare in alto l’inflazione: +5,3 su anno. In particolare hanno inciso la benzina verde (+8,9%) ed il gasolio per auto (13,2%) che continuano imperterriti a salire, nonostante la discesa del greggio.
    Per questo ieri il Codacons ha diffidato sia i petrolieri che il ministero dell’Economia ad abbassare le loro pretese, pena la denuncia per aggiotaggio.
    La verità è che il Governo non ha mai fatto nulla per far abbassare i prezzi alla pompa, semplicemente perché da questi rialzi guadagna milioni di euro. Una tassa aggiuntiva invisibile. Per questo da anni prendono in giro gli italiani fingendo di studiare meccanismi di sterilizzazione, come se la cosa avesse chissà quali difficoltà. Ora il Governo abbassi immediatamente le accise sui carburanti, in modo che le speculazioni non rovinino il Ferragosto degli italiani.
    L’associazione di consumatori ricorda di aver annunciato, proprio ieri, denunce per associazione a delinquere finalizzata all’aggiotaggio contro i petrolieri ed il ministero dell’Economia, se i prezzi dei carburanti continueranno ad avere la doppia velocità.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox