14 Luglio 2006

INFLAZIONE: ISTAT CONFERMA, A GIUGNO SALE AL 2,3%

    IL CODACONS: PESA LA VOCE ALIMENTARI. ECCO COME FAR SCENDERE I PREZZI DELL?ORTOFRUTTA LETTERA AL MINISTRO BERSANI








    L`inflazione a giugno è salita al 2,3%, dal 2,2% di maggio. Lo comunica l`Istat, confermando la stima preliminare. L`accelerazione dell`inflazione risente principalmente delle tensioni al rialzo degli alimentari: su base mensile il capitolo ha registrato un aumento dello 0,3%, mentre su base annuale il rialzo dei prezzi è stato dell`1,3%.

    ?Si tratta di dati preoccupanti, per quanto sottostimati ? afferma il Presidente Codacons Carlo Rienzi ? in particolar modo perché la voce alimentari pesa soprattutto sui bilanci delle famiglie a reddito medio/basso, che faticano ad arrivare alla fine del mese?.

    E proprio per il settore ortofrutta il Codacons propone oggi alcune misure in grado di far scendere in tempi rapidissimi i prezzi al dettaglio di frutta a verdura e contenere così il tasso d?inflazione.

    In una lettera inviata al Ministro per lo Sviluppo Economico Bersani l?associazione chiede di modificare la legge 231/2005 sull?ortofrutta prevedendo:



    – per i banchi di mercato l`obbligo o la facoltà, connessa a incentivi come la riduzione della tassa di occupazione del suolo pubblico o sgravi di Iva, di esporre il doppio cartellino con il prezzo pagato all`ingrosso e il prezzo finale al consumatore;


    – un decreto che definisca “anomalo“, e quindi sanzionabile, il prezzo che aumenti di oltre il 60% rispetto a quello pagato al pregresso fornitore;


    – una modifica alla legge 231/2005 finalizzata a consentire, previo accordi tra le associazioni dei consumatori e degli agricoltori, l`utilizzo di spazi mercatali nei giorni di chiusura per la realizzazione di mercati di vendita diretta al consumatore.



    Si tratta di semplici misure ? afferma Rienzi ? in grado di far scendere in tempi rapidissimi i prezzi al dettaglio di fritta e verdura, innescare la concorrenza tra banchi di mercato e portare risparmi sostanziosi alle famiglie, con effetti positivi sul tasso d?inflazione che, come visto, risente fortemente delle tensioni nel campo alimentare.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox