19 Settembre 2002

INFLAZIONE: INTESA CONSUMATORI, D`ACCORDO CON TESAURO

Questa mattina i rappresentanti di
Adusbef (Elio Lannutti), Codacons (Cristina Tabano) e
Federconsumatori (Rosario Trefiletti) che fanno parte di
Intesa, hanno espresso forti critiche alla decima
commissione del Senato (Industria e Commercio) sulla
conversione in legge del decreto 4 settembre 2002, n.193,
recante misure urgenti in materia di servizi pubblici che –
secondo l`Intesa – rischia di fare molti piu` danni al
mercato, agli investitori ed alle aziende quotate, rispetto
agli scarsissimi benefici,quantificati in 1,66 euro a
famiglia, che puo` produrre.
In un comunicato, Intesa sottolinea che “se il Governo
volesse contrastare efficacemente l`inflazione, non si deve
limitare alla politica degli annunci, che riguardano al
momento solo le tariffe elettriche con un mancato incasso di
circa 40 milioni di euro (80 miliardi di vecchie lire),ma
deve porre in atto serie riforme di struttura, rinunciando
alla riforma `beffa` per gli assicurati, come quella sulla
RC Auto“.
Secondo Intesa, infatti, tale riforma “non contiene
alcun elemento innovativo per far attivare la concorrenza,
ma solo articoli punitivi ed obblighi per gli assicurati, a
fronte di enormi garanzie e tutele per le compagnie,
incostituzionali ed incompatibili con il libero mercato“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox