30 Novembre 2020

Inflazione: Codacons, no a speculazioni sui beni necessari

ROMA
(ANSA) – ROMA, 30 NOV – “Se da un lato l’inflazione generale cala a novembre del -0,2%, dall’altra il carrello della spesa aumenta del +1,5%, vanificando gli effetti della deflazione per le tasche delle famiglie”. Lo afferma il Codacons, commentando i dati Istat. “Siamo di nuovo in presenza di speculazioni sui prezzi legate ai lockdown parziali registrati a novembre in Italia a causa del Covid – afferma il presidente Carlo Rienzi -. I beni inclusi nel carrello della spesa infatti, ossia quelli di cui i consumatori non possono fare a meno, aumentano del +1,5%, con gli alimentari che fanno segnare incrementi dei listini fino al +8,7% per la verdura e +5,5% per la frutta fresca”. Rialzi “ingiustificati che rappresentano una speculazione sulle esigenze dei cittadini, in quanto aumentano solo i prezzi dei beni indispensabili per i consumatori – prosegue Rienzi -. Questo si traduce in un aggravio di spesa annuo pari a +150 euro per una famiglia con due figli, di cui +135 euro solo per i rincari degli alimentari”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox