30 Dicembre 2002

Inflazione, bocciato il nuovo paniere Istat

Inflazione, bocciato il nuovo paniere Istat
Le associazioni dei consumatori considerano questa lista dei prodotti peggio di quella vecchia

ROMA Arriva il nuovo paniere dei prezzi; l`Istat si appresta a rivoluzionare la lista dei prodotti con cui si misura l`inflazione. Cibo, servizi e spese mediche conteranno di più. Nel nuovo paniere entrano, per fare qualche esempio, il lettore Dvd, la caldaia a gas, la visita pediatrica, la pulizia dei denti, l`agriturismo. Resta inalterato il peso delle polizze Rc auto, anche se verranno meglio definiti i profili tariffari.
Il criterio-guida seguito nella selezione dei prodotti che compongono il paniere è quello della loro rappresentatività all`interno dei diversi capitoli di spesa: un prodotto è tanto più rappresentativo quanto più è acquistato dai consumatori. La misurazione della dinamica dei prezzi si basa su un paniere, aggiornato ogni anno, formato da 568 posizioni rappresentative (corrispondenti a prodotti o gruppi di prodotti). A loro volta, molte di queste posizioni sono di natura complessa, includendo diverse tipologie di uno stesso prodotto.
Il cambiamento disposto dall`Istat però non convince i consumatori. «Il nuovo paniere che viene presentato è peggio del vecchio», afferma il Codacons a nome dell`Intesa dei consumatori. «Non solo il nuovo paniere è stato formulato senza alcuna consultazione con le associazioni dei consumatori, ma appare assolutamente incomprensibile il motivo dell`inserimento delle nuove voci nel paniere stesso».

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox