fbpx
23 Aprile 2003

INFLAZIONE AL 2,8%: PER L?INTESA UN SEGNALE PREOCCUPANTE

IL GOVERNO NON PUO? PIU? TERGIVERSARE: DEVE ADOTTARE URGENTI MISURE PER CONTENERE L?AUMENTO DI PREZZI E TARIFFE






L?inflazione in salita al 2,8%, secondo i primi dati delle città campione, è un segnale molto preoccupante che conferma le denunce dei consumatori sull?aumento di prezzi e tariffe lanciate pochi giorni fa.

Questo il commento dell?Intesa dei consumatori ai dati sull?inflazione emersi oggi.
Il Governo ora non può più tergiversare e deve intervenire per porre un freno alla scalata dei prezzi che sta depauperando sempre più i redditi delle famiglie italiane.

Le misure che il Governo deve attuare con estrema urgenza sono 3 e possono così sintetizzarsi:



1) Abbassare l?IVA sul gas da riscaldamento dal 20% al 10% tramite decreto legge;

2) Applicare il bonus fiscale di 0,075 euro per ogni litro di benzina alla pompa;

3) accelerare le riforme in questi settori:


a) nel settore elettrico e del gas, settori in cui abbiamo primati negativi a livello europeo sulle tariffe

b) Nelle assicurazioni le cui polizze RC Auto possono essere ridotte del 26% con le proposte che l?Intesa ha fatto al Governo ed alle Commissioni Parlamentari

c) Nel settore della distribuzione dei carburanti che, se razionalizzato seriamente, può comportare una riduzione di 5cent al litro e se inoltre allargato alla grande distribuzione, ulteriori 5 centesimi di euro.



Intesa

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox