4 Febbraio 2003

INFLAZIONE AL 2,7%? COMINCIANO GLI SCHERZI DI CARNEVALE…

    L?INTESA DEI CONSUMATORI: UN DATO LONTANO DALLA REALTA? FRUTTO DI UN PANIERE CHE NON CONVINCE AFFATTO ADOC, ADUSBEF, CODACONS E FEDERCONSUMATORI RICHIAMANO L?ATTENZIONE SULLE TARIFFE








    L?inflazione a gennaio secondo l?Istat scende al 2,7%. Si potrebbe trattare di uno scherzo di Carnevale?ma quando si parla di prezzi, il detto ?a Carnevale ogni scherzo vale? ai consumatori non piace proprio. Si tratta di un dato ? commenta l?Intesa dei consumatori ? irreale, lontano dalla realtà degli acquisti degli italiani, frutto di un paniere forse ?addomesticato?, che di sicuro non convince affatto le 4 associazioni dell?Intesa.
    Un paniere nel quale rc auto, banche e poste, così come molte altre voci, non trovano il giusto peso, contribuendo a tenere artatamente basso il livello di inflazione.
    Un dato, quello del 2,7%, in contrasto anche con l?indice armonizzato, fermo invece al 3,1%. Come spiega l?Istat questa differenza?
    C?è inoltre da dire che il problema non è solo quello dei prezzi, ma anche quello delle tariffe, che da gennaio 2003 hanno subito un generalizzato incremento. E che fine ha fatto il tavolo di confronto su prezzi e tariffe proposto dal Governo? E? forse svanito nel nulla?
    L?Intesa dei consumatori ritiene che l?inflazione reale sia ben al di sopra del 2,7% indicato dall?Istat. Un dato che, oltre a essere poco veritiero, risulta addirittura offensivo nei confronti dei milioni di cittadini colpiti dagli aumenti dei prezzi.



    Intesa



    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox