fbpx
15 Novembre 2019

INFLAZIONE: A OTTOBRE SCENDE A 0,2%, MINIMO DA 3 ANNI

     

    CODACONS: SU PREZZI E’ VERA E PROPRIA EMERGENZA. LISTINI FERMI PERCHE’ CONSUMI IN STALLO, POTERE D’ACQUISTO AUMENTA IN MODO FALSATO

    PER FAMIGLIA “TIPO” MAGGIORE SPESA DI APPENA +62 EURO ANNUI

    Il crollo dell’inflazione allo 0,2% è un segnale molto preoccupante perché riflette lo stallo dei consumi che si registra da oramai troppo tempo nel nostro paese. Lo afferma il Codacons, commentando i dati diffusi oggi dall’Istat.
    “Siamo in presenza di una vera e propria emergenza prezzi in Italia – spiega il presidente Carlo Rienzi – Lo stallo dei consumi e la spesa delle famiglie che non riparte hanno conseguenze negative sui prezzi al dettaglio, ma una inflazione a questi livelli, così come confermano tutti gli analisti, se da un lato aumenta in modo falsato il potere d’acquisto dei cittadini, dall’altro ha effetti negativi sull’economia nazionale, e non può certo essere considerata una buona notizia”.
    Analizzando la spesa per consumi delle famiglie, un’inflazione allo 0,2% determina una maggiore spesa annua pari ad appena +62 euro per la famiglia “tipo”, e di +81 euro per un nucleo con due figli.
    A livello territoriale si registrano inoltre enormi differenze: Bolzano, con un tasso di inflazione all’1,1%, si conferma la città più “costosa” d’Italia, con un aggravio di spesa pari a +331 euro su base annua per la famiglia “tipo”; a Parma invece i prezzi registrano la deflazione più alta (-0,4%) producendo un risparmio medio di 112 euro a famiglia residente – conclude il Codacons.
    Ecco di seguito la classifica Codacons delle città italiane dove i prezzi crescono di più ad ottobre, e i relativi effetti sulla famiglia “tipo” Istat residente nelle varie province:

    Bolzano1,1                   331
    Bari1                     208
    Modena0,7                     195
    Genova0,7                     171
    Napoli0,6                     130
    Milano0,4                     117
    Verona0,4                     104
    Catania0,4                       83
    Livorno0,3                       80
    Torino0,3                       79
    Venezia0,2                       52
    Messina0,2                       41
    Catanzaro0,2                       38
    Brescia0,1                       29
    Reggio Emilia0,1                       28
    Roma0,1                       25
    Trieste0,1                       24
    Reggio Calabria0,1                       19
    Firenze0                        –
    Potenza0                        –
    Palermo0                        –
    Cagliari-0,1-20
    Perugia-0,1-23
    Trento-0,1-25
    Padova-0,1-26
    Bologna-0,1-28
    Ravenna-0,1-28
    Aosta-0,2-56
    Ancona-0,3-67
    Parma-0,4-112
    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox