20 Luglio 2011

INDUSTRIA: ISTAT, FATTURATO MAGGIO -1,7%, +10,8% ANNO

     
    CODACONS: RIPRENDE LA DOMANDA … MA ALL’ESTERO

    ANCORA IN CRISI I CONSUMI INTERNI  PER COLPA DEL GOVERNO CHE BLOCCA STIPENDI E PENSIONI

     
     
    Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, a maggio il fatturato dell’industria italiana ha registrato una crescita del 10,8% su base annua, mentre gli ordinativi dell’industria hanno registrato un incremento del 13,6% (dato grezzo), sempre su base annua.
    In realtà questi dati, apparentemente positivi, dimostrano che mentre la domanda a livello mondiale sta ricominciando finalmente a crescere, in Italia i consumi interni sono ancora al palo. E’ il mercato estero, insomma, che sta dando respiro alle nostre industrie, mentre le famiglie italiane sono ancora in seria difficoltà. Gli ordinativi interni su base mensile, ad esempio, scendono dello 0,8%, mentre quelli esteri salgono del 12,2%.
    L’Italia, cioè, per colpa del Governo che non ha mai voluto sostenere la capacità di spesa delle famiglie ma anzi ha fatto l’opposto di quello che si sarebbe dovuto fare, bloccando stipendi e pensioni, uscirà logicamente ed inevitabilmente dalla crisi quando la crisi mondiale sarà finita, ma, dovendo andare a rimorchio degli altri, finirà con una perdita secca di competitività rispetto a tutti gli Paesi maggiormente industrializzati, con un numero di disoccupati e famiglie ridotte sul lastrico superiore e con una bassa crescita che avrà anche ripercussioni sul debito ed il deficit pubblico italiano.
    Per questo il Codacons insiste nel chiedere al Governo di rivedere la manovra nel punto in cui blocca la rivalutazione delle pensioni e gli stipendi dei dipendenti pubblici.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox