19 Aprile 2013

INDUSTRIA: CODACONS, DATI DIPENDONO DA CROLLO DEL MERCATO INTERNO

INDUSTRIA: CODACONS, DATI DIPENDONO DA CROLLO DEL MERCATO INTERNO

(AGI) – Roma, 19 apr. – I dati resi noti oggi dall’Istat, che ha rilevato un calo tendenziale del fatturato dell’industria pari al 4,7% e un tonfo degli ordinativi del 7,9%, “dimostrano che i guai delle industrie italiane dipendono dal crollo del mercato interno, ossia dal fatto che le famiglie italiane non hanno piu’ soldi e sono costrette a ridurre persino gli acquisti di beni necessari, rinviando a tempi migliori tutti gli acquisti superflui, dall’abbigliamento alle calzature, dai mobili alle auto”. E’ quanto afferma il Codacons in una nota. “Fino a che il Governo non fara’ un dl “Salva famiglie”, rilanciando i consumi, sia il fatturato che gli ordinativi non potranno che crollare. Per chi produrre, infatti, se nessuno acquista?”, si domanda l’associazione. “Ecco perche’ la priorita’ del prossimo Governo, non essendoci i soldi per fare tutto, dagli investimenti pubblici al taglio dell’Irap, dovrebbe essere quella di concentrarsi sulle famiglie italiane, ridando loro capacita’ di spesa”, prosegue la nota, “Altrimenti l’Italia uscira’ dalla crisi solo dopo che sara’ finita nel resto del mondo, andando al traino degli altri paesi, grazie alla ripresa delle esportazioni, perdendo cosi’ ulteriori posizioni nella classifica dei paesi piu’ industrializzati”.
   “Il Governo, ad esempio, dovrebbe spostare la tassazione dal ceto medio a chi i soldi ce li ha veramente, lavorando per una tassa sui grandi patrimoni e riducendo l’elusione fiscale, oggi consentita anche ai milionari, sbloccando, in contropartita, la rivalutazione delle pensioni e degli stipendi dei dipendenti pubblici e non aumentando l’Iva”, conclude il Codacons. (AGI) Rme/Ila

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox