21 Marzo 2006

Industria, aumenta il fatturato

MILANO – L`industria italiana dà segni di miglioramento, anche se sembra prematuro parlare di consolidamento della ripresa. L`Istat ha comunicato ieri che il fatturato dell`industria a gennaio ha registrato un aumento dell`8,4% rispetto allo stesso mese del 2005. In particolare, il fatturato è aumentato del 6,2% sul mercato interno e del 14,5% su quello estero. Si registrano variazioni positive in tutti i settori, ma volano gli affari per le raffinerie di petrolio (+27,1%) mentre va bene l`indutria dell`auto (+19,5). In crescita anche il settore delle pelli e calzature (+17,1%) e della produzione di mobili (+17%). E vanno bene anche gli ordini. A gennaio si è registrata una crescita del 9,8% sullo stesso mese dell`anno precedente. Gli ordinativi all`industria vedono un incremento del 16,6% per quanto riguarda i mercati esteri e del 6,4% per il mercato interno. A trainare il fatturato dell`industria, a guardare i dati Istat, è soprattutto il settore energia. L`aumento del fatturato è dovuto all`aumento del prezzo del petrolio (i prodotti energertici sono cresciuti, in media del 23,2%) e questo danneggia la crescita complessiva dell`economia. Va forte la produzione di auto (bene le vendite all`estero) ma bisogna dire che il settore viene da anni di profonda crisi. Immediate le reazioni. Il Codacons, una delle associazioni di consumatori, dice che “ci troviamo di fronte a un dato negativo, perchè l`aumento del fatturato è dovuto solo alla crescita dei prezzi energetici“. Di parere opposto il viceministro Adolfo Urso: “A trainare sono soprattutto i settori di punta del made in Italy, dal comparto dell`arredo-mobili a quello delle pelli e delle calzature“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox