18 Febbraio 2013

Incidente Sondrio, Codacons: “Troppi scontri tra treni e veicoli”

Incidente Sondrio, Codacons: “Troppi scontri tra treni e veicoli”

(IRIS PRESS) – ROMA, 18 FEB 2013 – Ancora un incidente tra un veicolo ed un treno. In provincia di Sondrio un camion è stato travolto da un treno in transito. Due i morti. Per il Codacons si tratta di un incidente gravissimo che poteva avere risvolti ancora più drammatici. Ma la cosa più grave è che si tratta dell’ ennesimo scontro avvenuto tra un veicolo ed un treno. Pur non intervenendo nel merito del sinistro, non essendo ancora chiara la dinamica, il Codacons denuncia che gli incidenti di questo tipo stanno pericolosamente aumentando. Nel 2011, ad esempio, considerando solo gli incidenti avvenuti in corrispondenza dei passaggi a livello, si sono registrati ben 18 incidenti, con 15 vittime e 3 feriti gravi. Per il Codacons occorrono immediate verifiche su tutta la rete ed investimenti infrastrutturali per aumentare la sicurezza sia in corrispondenza dei passaggi a livello, troppo vecchi e particolarmente insicuri, sia per quanto riguarda i guard rail, che dovrebbero essere invalicabili, impedendo sfondamenti e salti di corsia, e deformabili, per assorbire l’ urto, ed invece non lo sono. Per i passaggi a livello, invece, sono praticamente inesistenti le cosiddette zone di ricovero, ottenute distanziando le sbarre in modo che un veicolo rimasto intrappolato possa spostarsi di lato, sgomberando i binari. Anche le sbarre sarebbe bene si abbassassero in modo asimmetrico (prima quelle di destra rispetto al senso di marcia e solo dopo qualche secondo quelle successive, in modo da permettere al veicolo passato all’ ultimo secondo di oltrepassare i binari prima che si abbassi la barriera successiva). E’ di tutta evidenza, inoltre, che vanno riviste anche le norme in materia. La croce di Sant’ Andrea o i pannelli distanziometrici non devono poter essere sufficienti a segnalare un passaggio a livello. I dispositivi di segnalazione acustica e luminosa dovrebbero essere sempre entrambi presenti. L’ art. 44 del Codice della strada, invece, li rende obbligatori solo per le barriere manovrate a distanza o non visibili direttamente dal posto di manovra. I dispositivi luminosi sarebbe bene fossero ripetuti anche sul lato sinistro. Il funzionamento dei dispositivi di segnalazione acustica attualmente deve iniziare solo 5 secondi prima dell’ inizio dell’ abbassamento delle barriere, tempo che invece andrebbe raddoppiato. Infine inapplicata la regola secondo la quale le semibarriere dovrebbero essere installate solo nel caso che la carreggiata sia divisa nei due sensi di marcia da uno spartitraffico invalicabile di adeguata lunghezza.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox