7 Maggio 2014

Inammissibili le istanze dei consumatori

Inammissibili le istanze dei consumatori

L’ udienza di ieri è stata aggiornata al 4 giugno. La difesa avrà così modo di prendere posizione sulle nuove argomentazioni sostenute dalla Procura contabile nella contestata memoria che comunque non conterrebbe (secondo quanto dichiarato in aula dai procuratori) elementi di accusa nuovi. Nell’ udienza del 4 giugno non ci saranno gli avvocati romani del Codacons che ieri avevano chiesto di potersi insinuare nel processo a sostegno delle posizioni della Procura contabile. una posizione – quella del Codacons – che avrebbe dovuto richiamare l’ attenzione dell’ opinione pubblica (ha sottolineato in aula l’ avvocato Di Ascenzo) di come vengono spesi i soldi pubblici «in un momento così particolare come quello attuale in cui si chiede al cittadino di stringere la cinghia». Sino ad oggi l’ associazione ha avuto la legittimazione ad intervenire in un procedimento della Corte dei Conti solo in Umbria. I giudici bolzanini hanno invece accolto le tesi della difesa dichiarando inammissibile l’ ammissione in giudizio di Codacons.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this