19 Novembre 2001

In missione nella natura violata

Alghero.
In un dossier fotografico le offese all?ambiente provocate dai turisti
In missione nella natura violata
Tour guidato per mostrare lo scempio del litorale

Alghero Un?escursione nella pineta delle Bombarde, tra il degrado ambientale e la devastazione causata dai disinvolti campeggiatori fai-da-te. E se a ciò si aggiungono anche i fattori climatici, come la violenta mareggiata che nei giorni scorsi ha cancellato metà dell?arenile, ecco che il tour nel parco naturale si trasforma in un viaggio tra le rovine verdi.

L?idea è sicuramente insolita ed è venuta alle associazioni ambientaliste cittadine. Perché non promuovere, si sono dette, una gita alla scoperta di sentieri ecologici disseminati di immondizie? Senza naturalmente tralasciare i cespugli anneriti dal fuoco o le decine di alberi abbattuti per alimentare i barbecue dei vacanzieri. Codacons, Italia Nostra, Lipu e Wwf, sull?argomento hanno anche realizzato una interessante mostra fotografica dal titolo ?Sporca bellezza!?.
Le immagini a colori sono state esposte nella biblioteca di San Michele e testimoniano lo stato di assoluto abbandono in cui versa la pineta delle Bombarde: settanta ettari di superficie alberata a ridosso dell?omonima e rinomata spiaggia. Il sopralluogo guidato, invece, è stato rimandato a causa del maltempo. Avrebbe dovuto svolgersi ieri ma il temporale ha costretto gli organizzatori a cambiare i programmi.
In ogni caso tantissime persone hanno visitato la sala della biblioteca San Michele allestita con le immagini dell?archivio fotografico delle associazioni ambientaliste. «Le foto scattate nel mese di settembre Ñ spiega Carmelo Spada, responsabile del Wwf Ñ mostrano una bellezza deturpata dalla devastazione perpetrata per tutto il periodo estivo, nonostante esista un?ordinanza comunale (del 18 giugno ?99) che vieta all?interno della pineta il campeggio, l?accensione di fuochi, l?abbandono di rifiuti e il transito di camper, moto e auto. Purtroppo però i falò sono stati accesi Ñ afferma l?ecologista Ñ tagliando gli stessi alberi della pineta e tutta l?area è stata disseminata da tonnellate di rifiuti. E, fatto ancor più grave, nessuno ha impedito lo scempio».
La mostra ?Sporca bellezza!? non rappresenta solo un atto di denuncia: le sentinelle del verde vogliono essere propositivi, suggerendo all?amministrazione una gestione oculata del patrimonio naturale con l?attivazione di tutti quei servizi turistici che potrebbero essere fonte di reddito e di occupazione giovanile.
E se la pineta delle Bombarde porta ancora addosso i segni dell?ultimo ferragosto, la spiaggia non gode certo di migliore salute. A causa delle ultime mareggiate la porzione di arenile è arretrata di trentacinque metri riducendosi a un fazzoletto di sabbia. Una vera catastrofe per gli operatori turistici, che ora non possono far altro che sperare in un vento contrario per vedere riapparire la perla della Riviera in tutta la sua bellezza.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox